lunedì, Giugno 24, 2024

Personale A.T.A.: pochi soldi, pochi diritti, tanti precari

Il 18 gennaio 2024 è stato sottoscritto, dall’ARAN e dalla maggioranza dei sindacati rappresentativi (la UIL non ha firmato) il contratto del personale comparto Istruzione e ricerca valido per il triennio 2019-2021. I sindacati firmatari hanno sottolineato gli aumenti stipendiali (non corrispondenti alle aspettative del personale scolastico), senza esplicitare con lo stesso risalto che gli incrementi  erano già stati percepiti con il CCNL sottoscritto il 6 dicembre 2022. Cambiano le aree di classificazione del personale A.T.A. e i requisiti di accesso (allegato A CCNL). Le nuove aree entrano in vigore dal 1° maggio 2024. In questo articolo elenchiamo le specifiche professionali relative ai profili di Collaboratore Scolastico, Operatore Scolastico, Assistente Amministrativo e Assistente Tecnico.

Area dei Collaboratori (Collaboratore Scolastico)

Esegue, nell’ambito di specifiche istruzioni ricevute e con responsabilità connessa alla corretta esecuzione del proprio lavoro, attività caratterizzata da procedure ben definite che richiedono preparazione non specialistica. È addetto ai servizi generali della scuola quali: accoglienza e sorveglianza nei confronti degli alunni- nei periodi immediatamente antecedenti e successivi all’orario delle attività didattiche, nel cambio dell’ora o nell’uscita dalla classe per l’utilizzo dei servizi e durante la ricreazione – e del pubblico; pulizia dei locali, degli spazi scolastici, degli arredi e delle pertinenze; vigilanza sugli alunni, compresa l’ordinaria vigilanza e l’assistenza necessaria durante il pasto nelle mense scolastiche e, nelle scuole dell’infanzia e primaria, nell’uso dei servizi igienici e nella cura dell’igiene personale; custodia e sorveglianza generica sui locali scolastici;

– collaborazione con i docenti. Al fine di rendere effettivo il diritto all’inclusione scolastica, presta ausilio materiale non specialistico agli alunni con disabilità nell’accesso dalle aree esterne alle strutture scolastiche, all’interno e nell’uscita da esse, nonché nell’uso dei servizi igienici e nella cura dell’igiene personale. I requisiti di base per l’accesso sono: diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale o “Certificato di competenze” relativo al primo triennio del percorso di studi di cui al d.lgs. n. 61 del 2017 – con promozione alla classe IV – da cui emerga il raggiungimento delle abilità, conoscenze e competenze minime necessarie per il superamento del predetto periodo di istruzione.

Area degli Operatori (Operatore Scolastico)

Svolge, nell’ambito di specifiche istruzioni e con responsabilità connessa alla corretta esecuzione del proprio lavoro, attività caratterizzata da procedure ben definite che richiedono preparazione non specialistica. È addetto ai servizi generali della scuola quali: accoglienza e sorveglianza nei confronti degli alunni – nei periodi immediatamente antecedenti e successivi all’orario delle attività didattiche, nel cambio dell’ora o nell’uscita dalla classe per l’utilizzo dei servizi e durante la ricreazione – e del pubblico; pulizia dei locali, degli spazi scolastici, degli arredi e delle pertinenze; vigilanza sugli alunni, compresa l’ordinaria vigilanza e l’assistenza necessaria durante il pasto nelle mense scolastiche e, nelle scuole dell’infanzia e primaria, nell’uso dei servizi e nella cura dell’igiene personale; custodia e sorveglianza generica sui locali scolastici; collaborazione con i docenti; attività qualificata non specialistica di assistenza e di monitoraggio delle esigenze igienico-sanitarie agli alunni con disabilità; supporto ai servizi amministrativi e tecnici. I Requisiti di base per l’accessosono: attestato di qualifica professionale di operatore dei servizi sociali e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale. In alternativa, diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale o “Certificato di competenze” relativo al primo triennio del percorso di studi di cui al d.lgs. n. 61 del 2017 – con promozione alla classe IV – da cui emerga il raggiungimento delle abilità, conoscenze e competenze minime necessarie per il superamento del predetto periodo di istruzione unitamente a certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale e certificazione di competenze socio-assistenziali.

Area degli Assistenti (Assistenti Amministrativi).

Svolge attività lavorative richiedenti specifica preparazione professionale e capacità di attuazione delle procedure anche con l’utilizzazione di strumenti informatici nonché di specifiche piattaforme digitali connesse ai processi affidati (contabilità, gestione documentale/degli alunni/del personale). Ha competenza e responsabilità diretta della tenuta dell’archivio, del protocollo e del magazzino, del quale garantisce anche la custodia, la verifica, la registrazione delle entrate e delle uscite del materiale e delle derrate in giacenza. I requisiti di base per l’accesso sono: diploma di scuola secondaria di secondo grado e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.

Area degli Assistenti (Assistenti Tecnici)

Svolge attività lavorative richiedenti specifica preparazione professionale e capacità di attuazione delle procedure quali la conduzione tecnica di laboratori, officine e reparti di lavorazione, garantendone l’efficienza e la funzionalità; il supporto tecnico allo svolgimento delle attività didattiche; la guida degli autoveicoli e la loro manutenzione ordinaria; l’assolvimento dei servizi esterni connessi con il proprio lavoro. I requisiti di base per l’accesso sono: diploma di scuola secondaria di secondo grado corrispondente allo specifico settore professionale e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.

Per l’accesso a tutti i profili professionali del personale A.T.A. (escluso quello dei Collaboratori Scolastici) gli aspiranti devono essere in possesso della certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale. Tale norma pattizia sarà in vigore dal 1° maggio 2024 ai sensi dell’art. 59 comma 1 del CCNL: Al fine di consentire alle istituzioni scolastiche ed educative di procedere agli adempimenti necessari all’attuazione delle norme di cui al presente Capo, lo stesso entra in vigore il giorno 1 del mese successivo ad un periodo dilatorio pari a 3 mesi dalla sottoscrizione definitiva del presente CCNL.

L’art. 59 comma 10 del CCNL recita testualmente: I dipendenti inseriti nelle graduatorie di circolo e di istituto di III fascia che non siano in possesso dei requisiti di base richiesti per l’accesso dall’esterno previsti dal nuovo ordinamento e non abbiano maturato neanche un giorno di supplenza decadono dalle graduatorie. In ogni caso, i dipendenti inseriti nelle graduatorie di circolo e di istituto di III fascia che non siano in possesso della certificazione internazionale di alfabetizzazione informatica, se prevista come requisito di accesso dal nuovo ordinamento dovranno acquisirla entro un anno dalla data di entrata in vigore del presente Capo, decorso il quale essi decadono dalle graduatorie stesse.

L’art. 59 comma 10 del CCNL ha peggiorato, e non di  poco, l’ipotesi del 14 luglio 2023. Al posto di titolo di studio (diploma o altro) i firmatari del contratto hanno inserito requisiti di base (titolo di studio e certificazione internazionale di alfabetizzazione informatica).

Ciò determina che tutti gli aspiranti già inseriti nella graduatoria di terza fascia del personale ATA che non hanno svolto neanche un giorno di servizio e quelli che intendono farlo, non potranno né aggiornare né iscriversi in mancanza dei sopracitati requisiti (esclusi i collaboratori scolastici). L’aggiornamento e l’inserimento in graduatoria sono previsti per maggio/giugno 2024.

Con la dichiarazione congiunta n. 5 si definiscono le modalità di acquisizione della certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale: Con riferimento all’art. 59 (Norme di prima applicazione), comma 10, ed all’Allegato A le parti precisano che per certificazione internazionale di alfabetizzazione informatica deve intendersi la certificazione rilasciata da un ente accreditato presso l’ente di accreditamento nazionale che attesta la competenza e l’indipendenza degli organismi di certificazione e la conformità delle certificazioni ai framework europei. Tale certificazione deve essere registrata presso il medesimo ente di accreditamento, essere in corso di validità all’atto dell’iscrizione in graduatoria, attestare il superamento di un test finale relativo all’acquisizione delle competenze informatiche richieste, tra le quali: conoscenza dei sistemi operativi, di word processor, di fogli elettronici, di gestione della posta elettronica.

L’unico ente di accreditamento nazionale è Accredia.

I Cobas Scuola ritengono che il rinnovo delle graduatorie di terza fascia ATA debba essere effettuato nei termini previsti con le regole attualmente in vigore.

I Cobas chiedono che la formazione finalizzata alla certificazione sia effettuata nelle scuole e i costi non siano a carico degli aspiranti e dei lavoratori.

Confermata la “punizione” prevista dall’art. 69 comma 1 del CCNL: ai dipendenti ATA sono riconosciuti specifici permessi per l’espletamento di visite, terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici, fruibili su base sia giornaliera che oraria, nella misura massima di 18 ore per anno scolastico, comprensive anche dei tempi di percorrenza da e per la sede di lavoro.

Sono anni che i COBAS Scuola chiedono l’abolizione di tale norma.

PNRR e organico aggiuntivo ATA.

Nonostante la propaganda governativa e mediatica sulla proroga dei contratti per l’attuazione del PNRR fino al 30 giugno 2024, ad oggi sono stati rinnovati soltanto quelli relativi ai Collaboratori Scolastici fino al 15 aprile 2024. Per gli Assistenti Amministrativi e Tecnici ogni Scuola dovrà verificare i fondi a disposizione.

Formazione.

I Cobas ritengono che debba essere riconosciuto anche al personale ATA il diritto (non concessione) alla fruizione di cinque giorni ad anno scolastico, per la formazione.

Domenico Montuori

(La prima parte di questo articolo è stata pubblicata in COBAS n.17)

Altri articoli

Ultime notizie