sciopero-Invalsi_large

La scuola media italiana sta per affrontare i “nuovi” quiz INVALSI CBT (“Computer Based” svolti per via telematica): ma se i Signori Invalsi pensavano di riconquistare la fiducia dei docenti italiani eliminando i quiz dall'esame e l’umiliante lavoro di tabulazione che verrà fatto in automatico dai computer, hanno veramente sbagliato, perché mai come quest’anno i quiz sono sentiti come un pesantissimo intralcio alla normale attività didattica e come uno tsunami che sta investendo la quotidiana organizzazione delle scuole.

Continua

1540438_978175582200332_2880954774880937081_o
Il governo, vecchio o nuovo, restituisca con un decreto la garanzia del posto di lavoro alle maestre che degnamente insegnano con salari miserabili e classi sempre più impegnative

Il divieto di manifestare a Montecitorio, in occasione dell’insediamento delle nuove Camere, aveva gravemente deluso le maestre/e che volevano inviare ai nuovi/e deputati e senatori un messaggio forte e chiaro affinché venga loro restituita  la sicurezza del posto di lavoro, guadagnata in tanti anni  di precariato mal retribuito.

Continua

L’iniziativa si terrà al MIUR (Viale Trastevere) dalle 9.30.

cobas-scuola-300x200

Il 23 marzo, in occasione dell’insediamento delle Camere e del parere dell’Avvocatura di Stato sull’iniqua sentenza del Consiglio di Stato contro le maestre/i diplomate magistrali (DM), abbiamo indetto, come pure altre organizzazioni, lo sciopero nella scuola Primaria e dell’Infanzia: e in tale giornata volevamo manifestare davanti al Parlamento per inviare ai/alle nuovi/e deputati e senatori un messaggio forte e chiaro affinché vengano restituiti a decine di migliaia di maestre/i il diritto a insegnare e la sicurezza del posto di lavoro che si sono guadagnati in anni e anni di precariato mal retribuito.

Continua
7d2f1658fd2fa948bed884a7c2939bfea31fe618734328f031022e3a

Si intensifica la lotta delle Maestre/i Diplomate Magistrali: il 23 marzo, giorno di insediamento delle Camere e del parere dell’Avvocatura di Stato sulla iniqua sentenza del Consiglio di Stato, sciopero delle maestre/i della Scuola Primaria e dell’Infanzia. Alle ore 9.30 manifestazione a Montecitorio
Non conosce soste né rallentamenti la lotta delle Maestre/i Diplomate Magistrali (DM) contro l’ignobile sentenza del Consiglio di Stato che ha messo a forte rischio il posto di lavoro e i diritti acquisiti di decine di migliaia di maestre/i che hanno guadagnato sul campo il diritto/dovere di insegnare. 

Continua
protesta01-300x194

Per la scuola manifestazione nazionale a Roma (MIUR, ore 9.30): NO al contratto miserabile, assumere tutti/e i precari/e

Il 23 febbraio la scuola sciopererà nuovamente, dopo il 10 novembre e l’8 gennaio scorsi. Alla cruciale protesta che aveva caratterizzato lo sciopero di gennaio delle maestre Diplomate Magistrali contro l’inqualificabile sentenza del Consiglio di Stato che ne ha messo a forte rischio il posto di lavoro e i diritti acquisiti, nello sciopero e nella manifestazione nazionale a Roma (MIUR, ore 9.30) del 23 si aggiungerà quella dei docenti ed ATA di tutti gli ordini di scuola contro un contratto miserabile, che, dopo 10 anni di blocco e di perdita salariale oltre il 20%, offre una insultante “mancetta” di 45-50 euro mensili nette e introduce negli obblighi contrattuali una parte delle schifezze della legge 107, con il sostegno e il consenso unanime di Cgil, Cisl e Uil.

Continua
cobas (3)

Docenti ed ATA rispondano subito partecipando in massa allo sciopero generale del 23 febbraio e alla manifestazione nazionale a Roma (MIUR, ore 9.30)
Ci scuseranno i pisani/e se usiamo questo riferimento popolare ai “ladri di Pisa” di cui si dice che rubassero di notte insieme e poi di giorno fingessero di litigare. Però è l’immagine che ci è venuta subito in mente di fronte alla farsa ignobile messa in scena da sindacati che, dopo aver affermato che le trattative per il contratto non erano manco cominciate, le hanno poi chiuse di notte in una dozzina di ore; salvo poi, la mattina, farci assistere al “lamento” di una parte di essi per l’eccesso di fretta dell’operazione.

Continua

Concentrare le lotte, unificare le legittime richieste di tutto il precariato della scuola

cobas_miur

L’Assemblea Nazionale dei COBAS della Scuola, tenutasi a Roma il 20 e 21 gennaio, oltre a preparare la campagna per le imminenti elezioni delle RSU che si svolgeranno con meccanismi antidemocratici che favoriscono sfacciatamente i sindacati di Palazzo, e oltre ad aver valutato con estremo allarme la possibile chiusura, tra il governo e i suddetti sindacati, di un contratto catastrofico sia sul piano normativo che salariale, ha discusso a fondo della eccellente lotta delle diplomate/i magistrali, della grande importanza che tale lotta raggiunga i risultati che si prefigge, e della necessità di proporre obiettivi che unifichino il variegato e spesso inter-conflittuale precariato scolastico. 

Continua

I COBAS e il movimento di lotta non accettano dilazioni ed esigono un Decreto-legge da questo governo, che renda giustizia alle diplomate/i magistrali e a tutti i/le precari/e

Elezioni CSPI

Dopo il successo dello sciopero e delle manifestazioni dell'8 gennaio  il MIUR ha convocato ieri i COBAS, assieme ad altri sindacati conflittuali, per affrontare la questione dei diplomati magistrali. Sulla base delle volontà espresse dalle maestre/i in lotta e della necessità di  proposte unificanti che evitino una ennesima “guerra tra poveri” i COBAS dopo che le rappresentanti del MIUR hanno fornito i dati del monitoraggio degli iscritti in GaE e dei contratti a tempo indeterminato stipulati hanno prima fatto presente come la convocazione del tavolo fosse un atto dovuto, data la totale non rappresentatività dei sindacati concertativi in materia, totalmente assenti dalle mobilitazioni di queste settimane ; ed hanno poi esposto una piattaforma unificante sia per le diplomate/i magistrali sia per tutti i precari/e della scuola, basata sui seguenti punti: 1) le immesse/i in ruolo che hanno superato l'anno di prova mantengono il proprio posto e lo stesso vale per chi deve superare l'anno di prova in questo anno scolastico; 2) permanenza nelle GAE, in base al punteggio acquisito, di tutti/e i/le docenti con relativo scioglimento della riserva; 3) riapertura delle GAE, in tutti gli ordini di scuola, per tutti/e i/le docenti in possesso di abilitazione (Diplomati Magistrali con titolo conseguito entro l'a.s. 2001/2002, Laureati in Scienze della Formazione Primaria Vecchio e Nuovo Ordinamento,  PAS, TFA, ecc.); 4) immissione in ruolo di tutti/e i/le precari/e con 3 anni di servizio presso le scuole di ogni ordine e grado.

Continua
23472402_1852086741769188_2404468791181466989_n

Dopo l’inaccettabile sentenza politica del Consiglio di Stato occorre al più presto un Decreto-legge del governo che stabilizzi tutti i docenti abilitati

Mercoledi 17 gennaio il MIUR discuterà con i COBAS e altri sindacati sulla vertenza. Ecco le proposte che presenteremo al Ministero

Dopo il successo dello sciopero e delle manifestazioni dell'8 gennaio ove le maestre/i hanno risposto splendidamente all'arroganza di “consiglieri di Stato” che guadagnano 100 volte più di loro, intenzionati a buttar fuori migliaia di docenti per anni spremuti come limoni a 11 euro l’ora e considerati fino ad ora abili a insegnare il MIUR convoca il 17 gennaio i COBAS, assieme ad altri sindacati, per affrontare la questione dei diplomati magistrali. La convocazione è il frutto della grande mobilitazione in atto, che ha mostrato anche al MIUR come i sindacati “monopolisti” non solo non rappresentano le migliaia di docenti che hanno lottato per ottenere quanto spettava loro di diritto, ma neanche sono interessati ad una positiva risoluzione in materia.

Continua

Ora il movimento di lotta deve riunirsi in assemblee provinciali/regionali, verso una Assemblea nazionale che produca una piattaforma unitaria e le prossime iniziative di lotta
 

26240241_1799166233715162_3036443083078391062_o

E’ terminata poco fa, dopo otto ore, l’eccellente manifestazione di protesta delle maestre/i diplomate/i magistrali contro l’inaccettabile sentenza del Consiglio di Stato che vorrebbe annullare i diritti acquisiti di questa importante parte della categoria, sentenza che va contro tutte le precedenti che in questi anni avevano dato ragione a decine di migliaia di docenti che adesso si vedono negare persino il diritto all’inserimento nelle Graduatorie a Esaurimento (GAE), e che vengono retrocessi a docenti di serie C.

Continua
Nuovo Immagine Windows Bitmap

PRESENTA,CANDIDATI,VOTA E FAI VOTARE LE LISTE COBAS

CALENDARIO ELEZIONI RSU 2018

PRESENTAZIONE LISTE
dal 14 febbraio 2018 al 9 marzo 2018

VOTAZIONI
17, 18, e 19 aprile 2018

SCRUTINIO
20 aprile 2018

Continua

L'Esecutivo Nazionale dei COBAS della Scuola, a proposito dell'intollerabile e demenziale linciaggio mediatico e politico-elettorale che ha colpito l'insegnante Lavinia Flavia Cassaro, condivide la presa di posizione del gruppo che si autodefinisce ironicamente delle "Cattive Maestre", che riportiamo qui di seguito e di cui auspichiamo la massima diffusione. In punta di diritto l'auspicato - da massmedia e politici – licenziamento é letteralmente fuori dal mondo: qualsiasi giudice cancellerebbe un provvedimento del genere.

Continua
Sconcertante comunicato della Commissione di garanzia contro i COBAS e le maestre/i in lotta contro la sentenza del Consiglio di Stato

Dopo il grande successo dello sciopero e della manifestazione nazionale a Roma.

Da tempo abbiamo preso atto di come la Commissione di garanzia, incaricata di “vigilare” sul rispetto della legge 146/1990 che regola l’effettuazione degli scioperi nelle strutture pubbliche e nei servizi, vada sovente oltre le proprie funzioni e tenda alla riscrittura delle “regole del gioco” in solipsistica autonomia.

Continua
IMG_20170317_101129

Il prossimo 23 febbraio la scuola effettuerà un nuovo sciopero, dopo quello dell’8 gennaio. Se allora il tema principale era la lotta all’inaccettabile sentenza del Consiglio di Stato contro le maestre/i diplomate magistrali, che ne ha messo a forte rischio il posto di lavoro e i diritti acquisiti, nella giornata del 23 a questo motivo di conflitto, che rimane più che mai cruciale, si aggiunge la protesta di tutta la scuola contro un contratto miserabile, che, dopo 10 anni di blocco e di perdita salariale oltre il 20%, offre una insultante “mancetta” di 45-50 euro mensili nette e introduce negli obblighi contrattuali una parte delle schifezze della legge 107.

Continua
logo cobas scuola 500x 250

Alleghiamo una bozza / modello base COBAS, di richiesta ai dirigenti scolastici, per l'accesso agli atti del BONUS docenti da parte di singole/i o gruppi di docenti.

Nelle proposte, che a novembre abbiamo veicolato e pubblicato sul sito (Materiali COBAS utili per ottenere gli Atti del Bonus Docenti), in particolare per le RSU in relazione alla TRASPARENZA su BONUS e FIS, mancava, infatti, questa bozza di richiesta degli atti sul BONUS per singoli docenti o per gruppi.

Continua
index
Continua
Nuovo Immagine Windows Bitmap
Continua
Nuovo Immagine Windows Bitmap (2)

 

Il Telefono Viola propone un Osservatorio Giorgio Antonucci contro il TSO

Sabato 25 novembre si è svolto, nella bella cornice dell’Auditorium di Sant’ Apollonia, a Firenze, il partecipatissimo evento organizzato per la consegna di un premio speciale il Premio Antonucci che ogni anno viene assegnato a persone che si sono distinte nella difesa dei pazienti psichiatrici.

Continua

Elogio della Costituzione (1948-2018)-La Scuola in carcere nei settant'anni della Costituzione

Giovedì 12 aprile 2018 - ore 16.00
Venerdì 13 aprile 2018 ore 8.30-17.30
Casa Circondariale Rebibbia - Nuovo Complesso
Via Raffaele Majetti, – Roma

0001
Continua

Educazione alla pace e problemi di didattica della storia:
Militarizzazione dei territori, militarizzazione delle coscienze, militarizzazione della scuola?

Mercoledì 21 Marzo 2018
Ore 08.30 – 17.30
Sala Conferenze “S. Di Giacomo”
Liceo classico Vittorio Emanuele II di Napoli
Via S. Sebastiano, 51 - Napoli

ASSEMBLEA PUBBLICA su:
Militarizzazione dei territori: confronto di esperienze
 
Mercoledì 21 Marzo 2018 ore 16.30
Sala Nugnes del Consiglio comunale di Napoli
Via Verdi, 35 - Napoli

Continua

La scuola ai tempi della Legge 107/15
Venerdì’ 13 aprile 2018
Ore 8.30 - 16.00
Aula Magna L.S. “R.Donatelli”
Via della vittoria – Terni

Continua

Che genere di scuola? Educazioni differenti per una società plurale

Venerdì 13 aprile 2018
Ore 9.00 - 18.00
I.I.S. Aldini Valeriani Sirani
Via Bassanelli 9/11 – Bologna

Continua

Che genere di scuola? Educazioni differenti per una società plurale

Venerdì 20 aprile 2018
Ore 8.30 – 17.30
Istituto Comprensivo S. Giovanni
Via dei Cunicoli 8 - Trieste

Continua

Mentre dalla Siberia il Burian sta abbassando tutte le colonnine di mercurio delle nostre temperature, un'altra ondata di gelo sta scuotendo Roma in queste ore. Su via dell'aeroporto 129, sede dell'Unione Sindacale di Base, in questi giorni fioccano lettere di disdetta di adesione da un'ingente parte del comparto del Commercio.

Continua

Disagio psichiatrizzato e medicalizzazione degli studenti
La scuola di fronte a Bisogni Educativi Speciali-Disturbi specifici dell’apprendimento-Deficit dell’attenzione e iperattività

Sabato 24 Febbraio 2018
Ore 8.30 – 17.30
Sala Convegni Cesp - Viale Manzoni 55
(Metro A - Fermata Manzoni)

Continua
Continua

La Scuola ai tempi della 107/2015

Lunedì 5 Marzo 2018
Ore 8.30 - 13.30
Auditorium IISS “Mauro Perrone”
Via Spineto Montecamplo 29 – Castellaneta(TA)

Continua

La Scuola ai tempi della 107/2015

Giovedì 1 Marzo 2018
Ore 8.30 - 13.30
Sala Biblioteca comunale “Acclavio”
Via Salinella 31 – Taranto

Continua

Scuola pubblica: Docenti e ATA ai tempi della legge 107. Ipotesi nuovo CCNL Scuola

Martedi’ 27 febbraio 2018
Ore 8.30-14.00
Aula Magna I.I.S.“Mariano IV d’Arborea”
Via Messina 19 - Oristano

Continua

Scuola pubblica: Docenti e ATA ai tempi della legge 107. Ipotesi nuovo CCNL Scuola

Lunedi’ 26 febbraio 2018
Ore 8.30-14.00
Aula Magna I.T.“Panedda”
Via Mameli 21 - Olbia

Continua
Azimut

Con il 5x MILLE sottoscrivendo l'apposita casella nel 730
o unico e indicando il codice Fiscale dell'associazione - 97342300585

Continua

INIDONEI