Una delle norme più contestate e devastanti della Legge 107 è la “chiamata diretta”, che mira a stravolgere completamente il reclutamento dei docenti. Con essa infatti, il preside può scegliere a suo insindacabile giudizio, dall’ambito territoriale di riferimento, i docenti da far venire nella “sua” scuola con un incarico triennale che potrà o meno confermare alla fine del triennio. Cgil, Cisl, Uil e Snals, anziché battersi per l‘abrogazione di tale norma, stanno cercando, con una sorta di pre-Contratto Integrativo siglato l’11 aprile con il MIUR, di dar vita ad uno pseudo-coinvolgimento del Collegio docenti nella “chiamata diretta”

Continua

SOSTENIAMO IL BOICOTTAGGIO STUDENTESCO DEI DANNOSI INDOVINELLI E LA NON-COLLABORAZIONE DEI DOCENTI

IMG_20170317_101129

Dopo i buoni risultati dello sciopero del 3 maggio nella scuola dell’Infanzia, Primaria e Media di primo grado contro i quiz Invalsi, avevamo in programma per domani analogo sciopero nelle scuole Superiori, entrambi motivati dal fatto che i decreti attuativi della legge 107 hanno aggravato ulteriormente la distruttiva centralità già attribuita all’Invalsi come strumento-chiave per la valutazione delle scuole, degli studenti, dei docenti e della qualità dell’insegnamento. Nella scuola Media di Primo grado le rilevazioni dal prossimo anno rappresenteranno requisito indispensabile di ammissione all’esame conclusivo, mentre nella scuola Superiore, dall’anno successivo, gli studenti verranno sottoposti a quiz i cui esiti saranno riportati all’esame di Maturità, per essere ammessi al quale sarà indispensabile aver svolto il test Invalsi.
 

Continua

Gravissimo e ultra-discriminatorio intervento della Commissione di Garanzia che impedisce ai lavoratori/trici di effettuare il 9 maggio l’analogo sciopero nella scuola Superiore

cobas_inf

      
Lo sciopero di ieri contro i quiz Invalsi e i decreti attuativi della legge 107 ha avuto un buon successo in tante città ed un risultato eccellente in particolare in Sardegna dove, anche grazie alla partecipazione di tanti genitori che hanno tenuto i figli/e a casa, un numero elevato di scuole sono state completamente chiuse per lo sciopero di docenti e ATA e.  in generale, i quiz sono saltati parzialmente o totalmente in centinaia di scuole, cosicché i disastrosi indovinelli non sono stati propinati a migliaia di alunni/e della primaria.

Continua

Mentre la Commissione di Garanzia interviene arbitrariamente contro quello del 9 maggio nella scuola Superiore

cobas_miur

Gli otto decreti attuativi della legge 107 hanno aggravato ulteriormente la centralità già attribuita ai quiz Invalsi nella valutazione delle scuole, degli studenti e dei docenti.  Nella scuola Primaria l’Invalsi svolgerà rilevazioni nazionali nelle classi seconda e quinta, il 3 e il 5 maggio. Nella scuola Media le rilevazioni dal prossimo anno rappresenteranno requisito indispensabile di ammissione all’esame conclusivo. Nella scuola Superiore, le cui prove si svolgeranno il 9 maggio, dal prossimo anno gli studenti verranno sottoposti a quiz in inglese, italiano, matematica, i cui esiti saranno riportati all’esame di Maturità, per essere ammessi al quale è indispensabile aver svolto i quiz.

Continua
17352429_1685433145088472_1062049709531922465_n_large_medium

3 MAGGIO SCIOPERO DELL'INTERA GIORNATA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA,PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO
 
9 MAGGIO SCIOPERO DELL'INTERA GIORNATA PER LE SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO
   
Dal quadro generale degli otto decreti attuativi della legge 107 approvati definitivamente il 7 aprile dal Consiglio dei Ministri e contro i quali abbiamo effettuato con successo lo sciopero generale del 17 marzo emerge la centralità attribuita ai quiz Invalsi nella valutazione delle scuole, degli studenti e dei docenti.

Continua

Basta con le politiche liberiste, basta con l’austerità

17499122_1879801738902628_5516929619959172756_n-351x185

In occasione delle celebrazioni per i sessanta anni dalla firma dei trattati di Roma abbiamo organizzato, insieme a molte decine di altre strutture sociali, sindacali e politiche, italiane ed europee, una mobilitazione a Roma, con due giorni di Forum tematici ed una manifestazione di piazza, consapevoli che, per salvare l'Europa dalla disintegrazione, dal disastro sociale ed ambientale, dalla regressione autoritaria, bisogna cambiarla profondamente, impedendo la prosecuzione delle politiche liberiste e di “austerità”.

Continua
17342862_1685404478424672_6040640563287856677_n

Decine di migliaia di docenti ed ATA in piazza in 10 città. A Roma cinquemila in corteo dal MIUR al Parlamento.

Mentre il Parlamento sta decidendo se dare parere favorevole agli otto decreti attuativi della legge 107, che il governo Gentiloni ha varato per chiudere definitivamente nella gabbia della “cattiva scuola” docenti, ATA e studenti, i primi dati a nostra disposizione dalle principali città ci dicono che in media un lavoratore/trice della scuola su cinque ha oggi scioperato contro la legge e per il ritiro dei decreti, con moltissime scuole rimaste chiuse in tutta Italia. Decine di migliaia di docenti ed ATA hanno partecipato alle 10 manifestazioni svoltesi a Roma, Cagliari, Palermo, Napoli, Torino, Bologna, Catania, Venezia, Firenze e Bari.

Continua
cobas_inf

Manifestazioni a Roma MIUR Viale Trastevere ore 9.30, Torino, Venezia, Bologna, Firenze, Napoli, Bari, Cagliari, Palermo, Catania.
 
Il Parlamento dovrà decidere nei prossimi giorni se dare parere favorevole agli otto decreti attuativi della legge 107 che, incurante della amplissima opposizione alla legge, il governo Gentiloni ha varato per chiudere definitivamente nella gabbia della “cattiva scuola” renziana docenti, ATA e studenti. Per il futuro reclutamento dei docenti non si riconoscono le abilitazioni già conseguite né il servizio prestato e si delinea un infinito percorso di quasi un decennio prima di entrare nella scuola, peraltro a stipendi infimi.

Continua
locandina sciopero
Continua

Che proporremmo alla neo-ministra, se rinunciasse ad essere una “pasdaran” della legge 107

POLETTI-RENZI

E’ parere largamente diffuso che, sebbene nell’oceanico NO alla riforma costituzionale abbiano certamente contato le volontà di difendere il poco che resta della democrazia istituzionale e della abbondantemente svilita Costituzione, l’elemento principale del NO sia stato il rifiuto delle politiche sociali ed economiche del governo Renzi, e in particolare della “cattiva scuola” della legge 107 e del Jobs Act.

Continua
Renzi Gentiloni

Neanche le batoste popolari insegnano niente a Renzi e ai suoi.

Abbiamo scritto nei giorni scorsi che l’ondata dei NO che ha travolto Renzi e il suo governo è certo dipesa dalla volontà di difendere ciò che resta di una democrazia istituzionale già massacrata da un ventennio di “maggioritario”, nonché una Costituzione già drasticamente ridimensionata da tutti i governi degli ultimi decenni; ma che ancor più decisivo é stato il netto rifiuto delle politiche sociali ed economiche del governo Renzi, e in particolare della “cattiva scuola” della legge 107 e del Jobs Act. Del peso che sui NO hanno avuto tali leggi, si sono mostrati consapevoli quasi tutti i commentatori politici e persino, almeno così pareva, Renzi e il PD.

Continua
docenti

La Legge 107/15 (la cosiddetta “buona scuola”) comma 124 definisce la formazione dei docenti di ruolo permanente, strutturale e obbligatoria. Si tratta di un segmento molto rilevante della riforma renziana, perché è uno degli strumenti centrali della trasformazione della scuola.

Continua

CAMPAGNA CONTRO L’ILLEGALITÀ E LE CONSEGUENZE DELLA LEGGE 107

salvagente
Continua
CESP

SCUOLA IN CARCERE
Laboratori didattici e scelte educative Verso la Giornata nazionale del Mondo che non c’è.

Venerdì 19 maggio 2017
Ore 9.00 - 17.00
Sala Teatro Casa Circondariale Ucciardone
Via Enrico Albanese 3 – PALERMO

Continua
cesp

Le Guerre e i grandi processi migratori: l’impegno della scuola per comprendere il presente
   
Giovedì 18 maggio 2017
Ore 8.30 - 13.30
I.I.S.S. C. GEMMELLARO
Corso Indipendenza 229 – CATANIA

Continua
cesp

L’Invalsi e la pianificazione della scuola-azienda secondo la legge 107: dalla didattica dei saperi alla certificazione delle competenze
   
Martedì 9 Maggio 2017
Ore 8.30 -13.30
Sede Provinciale CESP
Via dei Pilastri 43 - FIRENZE

Continua
cesp

L’INVALSI ai tempi della Legge 107.Dalla didattica dei saperi alla certificazione delle competenze
 
Venerdì 5 Maggio 2017
Ore 08.30 – 13.30
Sala Giorgio Nugnes
Via Verdi 35 – NAPOLI

Continua
cesp

DOVE VA LA BUONA SCUOLA, E PERCHE'
 
Venerdì 21 Aprile 2017
Ore 9.00 -13.30
Sala Conferenze Circ. C.A.P
Via Albertazzi 3 - GENOVA

Continua
cesp

L'EDUCAZIONE FA LA DIFFERENZA: PREVENIRE LE VIOLENZE DI GENERE A SCUOLA
 
Giovedì 27 Aprile 2017
Ore 9.00-13.30
Aula Magna IC S.Giovanni
Via dei Cunicoli 8 -TRIESTE
 
LABORATORI SULLE PRATICHE EDUCATIVE PER PREVENIRE LE VIOLENZE DI GENERE
Ore 16.00-18.00
Pzza Sant'Antonio Nuovo-TRIESTE

Continua
imagesGK3T24G5

ROMA
Ore 9.30 Viale Trastevere-MIUR
Ore 11.30 Montecitorio

TORINO
Ore 9.00 Corso Vittorio Emanuele-USR Piemonte

VENEZIA
Ore 10.30 Riva de Biasio-USR Veneto

BOLOGNA  
Ore 9.30 Piazza Santo Stefano

FIRENZE  
Ore 9.00 Piazza S.Marco

NAPOLI   
Ore 9.30 Piazza del Gesù

CAGLIARI   
Ore 9.30 Piazza Giovanni XXIII

BARI         
Ore 10.00 Via Castromediano-USR Puglia

PALERMO   
Ore 9.30 Piazza Politeama

CATANIA    
Ore 9.30 Piazza Stesicoro

Continua
CESP

LA GUERRA E LA STORIA DEL '900
Problemi di didattica della storia
Cento anni di guerre: 1911-2016

Mercoledì 5 Aprile 2017
Ore 08.30 - 13.30
Sede CESP-COBAS
Vico della Quercia 22-NAPOLI

Continua
CESP

METODO ØRBERG
Incontro-confronto tra docenti sulla sperimentazione del metodo natura applicato alle lingue classiche
 
Giovedì 6 Aprile 2017
Ore 15.30 - 19.00
Sala Veranda,Chiesa Buon Pastore
Piazza Pitesti 1 - CASERTA

Continua
CESP

L’ORA di RELIGIONI e FILOSOFIE
Verso un curriculum inclusivo per la didattica alternativa all’IRC

Giovedì 6 APRILE 2017
Ore 8.30 - 17.00
I.I.S. Damiani Almeyda Crispi
Largo Mineo 4 - PALERMO

Continua
cesp

La Guerra e la Storia del '900
Problemi di didattica della storia:
Educazione alla pace,guerre
migrazioni,integrazione
    
Mercoledì 29 Marzo 2017
Ore 8.30 - 13.30
Liceo Vittorio Emanuele II
Via S.Sebastiano 51 - NAPOLI

Continua
CESP

GENERE, OMOFOBIA, IDENTITÀ VIRTUALI, BULLISMO E CYBERBULLISMO
Quando la scuola riflette (su)i cambiamenti sociali
 
Venerdì 15 marzo 2017
Ore 8.45 - 13.15
Aula Magna I.I.S. G. Valle
Via T. Minio 13 - PADOVA

Continua
cesp

LA LEGGE 107:LA BUONA SCUOLA TRA DELEGHE E CONTRATTAZIONE
Come cambiano il sostegno, l'alternanza scuola lavoro e la mobilità
 
Lunedì 13 Marzo 2017
Sala Convegni A.Giorgio
ABMC - Piazza Zanardelli
ALTAMURA

Continua
cesp

LA LEGGE 107:LA BUONA SCUOLA TRA DELEGHE E CONTRATTAZIONE
Come cambiano il sostegno, l'alternanza scuola lavoro e la mobilità
 
Martedì 14 Marzo 2017
Liceo Scientifico Einstein
Liceo Classico Da Vinci
Via P. Togliatti - MOLFETTA

Continua
cesp

LA SCUOLA PUBBLICA E IL PERSONALE DOCENTE ED ATA AI TEMPI DELLA LEGGE 107. Analisi dei prossimi decreti attuativi
   
Venerdì 10 Marzo 2017
Ore 8.30 - 13.30
Aula Magna LS R. DONATELLI
Via della Vittoria 35 – TERNI

Continua
cesp

Scuola pubblica e funzione Docente ai tempi della legge107: prossimi decreti attuativi
      
Venerdì 10 marzo 2017
Ore 8.30 -13.30
Auditorium I.I.S. Nervi
Via Riccardo da Lentini– LENTINI (SR)

Continua
cesp

Scuola pubblica e funzione Docente ai tempi della legge107: prossimi decreti attuativi
  
Giovedì 9 marzo 2017
Ore 8.30 -13.30
Aula M. IS De Felice
P.zza Roma - CATANIA

Continua
cesp

Istruzione, società e cultura in Italia dopo 20anni di "riforme epocali" Tra scomparsa della didattica, impoverimento della funzione docente e decandeza culturale. Quali prospettive?
     
Giovedì 9 Marzo 2017
Ore 8.00 - 13.30
Istituto Prof. G.Colombatto
Viale Gorizia 7 - TORINO

Continua

Per L'unificazione delle lotte del precariato della scuola

index
Continua
cesp

SCUOLA PUBBLICA E FUNZIONE DOCENTE AI TEMPI DELLA LEGGE 107: PROSSIMI DECRETI ATTUATIVI
  
Giovedì 2 marzo 2017
Ore 8.30 - 13.30
Aula Magna IIS Gramsci-Amaldi
Via delle Cernitrici - CARBONIA
  
Venerdì 3 marzo 2017
Ore 8.30 - 13.30
Aula Magna Liceo G.Marconi
Via Solari 2 A - SASSARI

Continua
cesp

Funzione e ruolo di scuola e docenti dopo i decreti attuativi della Legge 107
 
Giovedì 25 maggio 2017
Ore 8.15 - 13.30
ISIS Leopolodo II di Lorena
Citt.della dello Studente – GROSSETO

Continua
Carlo (2)
Continua
cesp

COME CAMBIANO LA FUNZIONE E IL RUOLO DELLA SCUOLA E DEI DOCENTI CON I DECRETI ATTUATIVI DELLA LEGGE 107
   
Venerdì 28 aprile 2017
Ore 8.15 - 13.30
Liceo Statale F.Cecioni
Via Galilei 58/60 - LIVORNO

Continua
cesp

COME CAMBIANO LA FUNZIONE ED IL RUOLO DEGLI ATA AI TEMPI DELLA LEGGE 107
 
Pisa, Giovedì 27 Aprile 2017
Ore 8.30-13.30
Aula M. IPSSAR Matteotti
Via Garibaldi 194 - PISA

Continua
ATT0

Per una Europa unita, democratica, solidale, aperta ed accogliente.Corteo a Roma da Piazza Vittorio ore 11.00 al Colosseo

LA NOSTRA EUROPA UNITA, DEMOCRATICA, SOLIDALE

In occasione dei sessanta anni dalla firma dei trattati di Roma ci riuniamo, consapevoli che, per salvare l'Europa dalla disintegrazione, dal disastro sociale ed ambientale, dalla regressione autoritaria, bisogna cambiarla.

Continua
Cobas Giornale N.0

N. 0 - FEBBRAIO/MAGGIO 2017

Continua

Si allarga ulteriormente la partecipazione allo sciopero generale della scuola contro la legge 107 e i decreti applicativi

IMG_20151113_114518
Continua
SALVA-ATA
Continua

La recente Nota Miur sull'”organico dell'autonomia”, nella sua Premessa recita: “la Legge 107/2015 si pone la finalità strategica di dare piena attuazione all’autonomia delle istituzioni scolastiche”, dando “nuovo impulso agli elementi gia presenti nel sistema nazionale di istruzione, frutto di oltre 15 anni di lavoro intenso e proficuo delle istituzioni scolastiche autonome. In tale prospettiva, l’introduzione dell’organico dell’autonomia costituisce uno degli elementi piu innovativi”.

Continua
cobas
Continua
Piero Bernocchi

Cosa sta succedendo nelle scuole?
Sembra che docenti e Ata abbiano assorbito e metabolizzato
i “disastri” estivi (chiamata diretta e bonus premiale).
E così?

Continua
no
Continua
LOGO

Esprimiamo il nostro appoggio e sostegno a Nicoletta Dosio,insegnante in pensione, storica militante NO TAV e COBAS, vittima dei provvedimenti della procura di Torino per aver partecipato ad una lotta di oltre venti anni contro un’opera inutile e devastante per il territorio e l’ambiente della Val Susa.

Continua
cesp

I DECRETI LEGISLATIVI ATTUATIVI DELLE DELEGHE DELLA LEGGE 107
   
Giovedì 9 Marzo 2017
Ore 8.15 - 13.30
ISIS Elena di SAVOIA
L.go S.Marcellino 15 -NAPOLI

Continua
IMG-20161029-WA0008 (1)

Ieri, all’età di 66 anni dopo una lunga e grave malattia, è morta Adriana Demuro, sarda di origine trasferitasi a Pisa all’inizio degli anni ’70, docente di scuola elementare per molti anni alla scuola primaria “De Amicis”  del Villaggio Piaggio di Pontedera e da nove anni, per le sue precarie condizioni di salute, docente utilizzata in altri compiti all’istituto Superiore “Pesenti” di Cascina.

Continua

Riteniamo importante e assolutamente condivisibile la delibera che ha spinto il presidente della Regione a chiudere le scuole umbre per permettere controlli sull’agibilità delle strutture in un contesto così particolare, successivo alla ultime intense e ripetute scosse sismiche che hanno devastato Norcia e gran parte della Valnerina, facendosi sentire in tutta la regione. In questi casi, visti anche i tragici precedenti l’applicazione del principio di precauzione è l’unica scelta sensata.

Continua

Vademecum per Genitori e Studenti

img16
Continua

Cosa è utile sapere prima di inoltrare la domanda

Continua

I DOCENTI DI FASE C DICHIARANO GRAVISSIMA LA DISPARITA’ DI TRATTAMENTO PERPETRATA AI PROPRI DANNI DALL’ORDINANZA MINISTERIALE SUI TRASFERIMENTI

Continua
cesp

DIDATTICA RELAZIONALE Sociogramma di Moreno Teoria e pratica
 
Giovedì 16 febbraio 2017
Ore 9.00 - 13.30
Scienze della Formazione
Andrea Podestà 2-GENOVA

Continua

Nella notte di domenica 7 novembre una squadraccia neofascista si è introdotta nella sede del Centro Sociale Germinal Cimarelli

Continua
Azimut

Con il 5x MILLE sottoscrivendo l'apposita casella nel 730
o unico e indicando il codice Fiscale dell'associazione - 97342300585

Continua

INIDONEI

Manifesti