Il-10-ottobre-sciopero-generale-dei-lavoratori-trici-della-scuola-insieme-agli-studenti_medium

Il 10 ottobre sciopero generale dei lavoratori/trici della scuola insieme agli studenti.

Il furbone Renzi promette on-line la sacrosanta assunzione di 150 mila precari. Ma essa non sarà fumo solo se le risorse verranno inserite nella Finanziaria.

E il piano-Renzi di precari ne espellerebbe altrettanti, mentre rilancia la scuola dei presidi-padroni, la concorrenza tra docenti ed Ata per qualche spicciolo, la subordinazione alle aziende, la scuola-miseria e la scuola-quiz.

Che furboni Renzi e i suoi consiglieri: in 136 pagine hanno riassunto quanto di peggio i governi degli ultimi 20 anni hanno cercato di imporre alla scuola pubblica - incontrando una forte resistenza  - nascondendolo dietro la proposta dell’assunzione di 150 mila precari delle GAE (graduatorie ad esaurimento) entro il 1 settembre 2015. Essa, se realizzata davvero, sarebbe la compensazione doverosa per tanti anni di discriminazioni e aleatorietà di vita di docenti ed Ata e una risposta positiva alle tante lotte dei precari e dei Cobas. Ma perché Renzi non ha fatto approvare dal CdM, annullato all’ultimo momento, l’immissione dei 3-4 miliardi annui necessari nella Finanziaria? Perché non avrebbe avuto via libera da Padoan o da Draghi? Dunque, va imposto il mantenimento della promessa con l’approvazione del CdM e l’introduzione dello stanziamento in Finanziaria.

Ma guai a sottovalutare che sotto il manto della promessa “epocale” le 136 pagine prevedono l’espulsione di molte decine di migliaia di precari che spesso hanno altrettanti anni di lavoro malgrado non siano inseriti nelle GAE e che meritano anche essi l’assunzione e non la beffa di un ulteriore concorso per 40 mila lavoratori/trici e la perdita persino delle supplenze. E poi il piano-Renzi è la “summa” di tante distruttive proposte per scuole-aziende dominate da presidi-padroni, da lotte concorrenziali tra docenti ed Ata per qualche spicciolo in più, da valutazioni-quiz del lavoro docente e delle scuole, da apprendistato nelle imprese invece che istruzione.

Continua
Il furbone Renzi promette assunzioni di massa on-line ma non in Consiglio di Ministri.

Altro che consultazione democratica! Non sa dove trovare i soldi e non osava dirlo a Padoan
E intanto rilancia la scuola dei presidi-padroni, liberi di assumere e di licenziare,
e la concorrenza tra docenti ed Ata per qualche spicciolo, con i contratti bloccati per l’eternità
Sabato 6 il nostro Esecutivo Nazionale deciderà le forme di lotta in difesa della scuola pubblica e dei suoi lavoratori/trici.

Ma che gran furbone il Renzi, che colossale venditore di fumo, altro che il Berlusca! Cancella il CdM strombazzato da settimane che doveva decidere provvedimenti “epocali” per la scuola e mischia, on-line tanto non costa niente, promesse mirabolanti a ignobili proposte per scuole dominate da presidi-padroni liberi di assumere e licenziare e per scatenare lotte concorrenziali tra docenti ed Ata per qualche spicciolo in più, mentre i contratti restano bloccati a vita.

Continua
clip_image001

I Cobas Scuola sono stati sempre in prima fila nella difesa dei diritti dei Q96 (lavoratori della scuola nati nel 1951/52 con almeno 35 anni di contributi), partecipando alle iniziative di lotta che in quest'ultimi anni sono state organizzate dai Comitati Quota96 per il diritto acquisito e riconosciuto da tutti i partiti, di essere collocati in pensione dal 1° settembre 2012.

L'ultimo schiaffo assestato ai Q96 è stata la giravolta del governo Renzi, come precedentemente era avvenuto con Letta e Monti, che dopo l'ennesima promessa di risolvere la questione, ha ritirato al Senato l'emendamento approvato alla Camera.

Sotto la pressione di giornalisti di regime e il ricatto di tecnici, imposti dal FMI, il Governo, sconfessando le stessse risoluzioni parlamentari di questi anni, ha dimostrato l'inutilità del Parlamento ridotto a mero esecutore della volontà dell'esecutivo e costringendo 4 mila Q96 a procrastinare ancora l'uscita dal lavoro, non risarcendoli per i due anni di ritardo a cui la legge Fornero li ha costretti.

Continua
cesp_medium

Pienamente riuscito l’incontro

dei Sottosegretari

Gabriele Toccafondi ( MIUR) e Cosimo Ferri ( Giustizia)

Con gli studenti “ristretti” della Casa Circondariale di Rebibbia

Il VIDEO dell'incontro

Così come previsto, il 9 luglio i sottosegretari Gabriele Toccafondi ( MIUR) e Cosimo Ferri ( Giustizia) , hanno incontrato gli studenti “ristretti” di Rebibbia, ancora variamente impegnati in progetti e corsi scolastici, esami, riprese di cortometraggi su testi e sceneggiatura degli studenti.

Alla presenza dei giornalisti, il Direttore dell’istituto penitenziario, Mauro Mariani e la professoressa Anna Grazia Stammati ( docente in carcere e presidente del CESP), con il Provveditore dell’Amministrazione Penitenziaria Claudia Di Paola la Dirigente scolastica Anna Patrizia Minniti, hanno accompagnato i sottosegretari, presso la Sala Teatro dove erano in discussione le tesi di Laurea degli studenti “dell’Alta Sicurezza”.

Dopo aver salutato gli studenti, la commissione d’esame e il garante dei detenuti, Angiolo Marroni, ci si è recati nella Biblioteca centrale di Rebibbia, dove erano in attesa gli studenti ristretti dell’IIS “ J. Von Neumann”, neodiplomati e ancora in corso, che hanno distribuito i quattro numeri del giornale realizzato nell’anno scolastico e hanno approntato nelle lezioni programmate sino al 10 luglio.

Continua
medico_medium

A seguito di una diffida inviata alle istituzioni scolastiche dai Cobas Scuola, il Miur ha risposto il 12 maggio con un chiarimento del dirigente dell’Ufficio IV – Direzione Generale per le Risorse Umane Dr. Francesco Magno e poi con il più ufficiale  Avviso del Capo Dipartimento, Dr.ssa Sabrina Bono, pubblicato sul sito del MIUR in data 29 Maggio 2014, con il quale si esclude esplicitamente l’applicabilità della Circ. D.F.P. n. 2/2014 al personale del Comparto Scuola. Pertanto, chi dovesse sottoporsi a visite mediche,terapie ed esami diagnostici durante l’orario di lavoro potrà continuare a utilizzare la “malattia” piuttosto che i permessi retribuiti.

A seguito del chiarimento e dell’avviso del MIUR abbiamo diffidato e diffideremo i Dirigenti Scolastici  dal continuare nell’applicazione erronea della circolare Prot. 5181 del 22/04/2014, impedendo al personale che ne faccia richiesta di usufruire dei permessi per malattia finalizzati a visite mediche, terapie ed esami diagnostici.

Continua
CESP_large

LA CATTIVA SCUOLA DI RENZI
Una scuola immiserita, gerarchizzata, privatizzata

Relatori:Anna Grazia Stammati(CESP),Piero Bernocchi(COBAS)

Martedì 30 Settembre (9.30 - 14.00)
SALA CONVEGNI CESP
Viale Manzoni 55 - ROMA (metro A- Fermata Manzoni)

Continua
Cobas N 55 Giornale
Continua
strike-meeting-486x254

Comunicato finale dello Strike Meeting

Partiamo da un dato: nei tre giorni dello Strike Meeting, oltre 500 tra lavoratrici e lavoratori, precari, studentesse/studenti, attiviste/i sindacali, dei centri sociali e dei comitati che difendono i beni comuni, provenienti da tutta Italia e non solo, si sono incontrati e hanno discusso per ore, mettendo a confronto forme organizzative, pretese programmatiche, pratiche di lotta. Un dato per nulla scontato, che non si limita a registrare la forza quantitativa dell'evento, ma segnala, semmai, la qualità di un processo politico dove alla competizione tra gruppi si sostituisce la composizione virtuosa delle differenze. Da qui dunque occorre prendere le mosse per passare in rassegna i punti salienti del dibattito.  

Continua
immagine Strike meeting

Il 12, 13 e 14 settembre si svolgerà a Roma lo Strike meeting, tre giorni di condivisione, workshop e assemblee pubbliche per immaginare e costruire in comune uno sciopero sociale transnazionale dentro l'Europa. Giunti al sesto anno di crisi economica e sociale, le nostre vite sono caratterizzati da incertezza permanente, schiacciamento dei salari, precarizzazione di massa ed indebitamento generalizzato, distruzione sistematica del welfare, privatizzazione dei beni comuni e finanziarizzazione dei servizi. 

Continua

Primo Piano

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Manifestazione 29 agosto Q96 e precari uniti

Un migliaio di lavoratori della scuola Quota96 e precari provenienti da tutta Italia hanno riempito piazza SS. Apostoli.
Ci sono stati vari interventi di lavoratori, alternati tra Quota96 e precari.
Tutti gli intervenuti non erano certo in sintonia con i tweet renziani sulla scuola, sui precari e sulle pensioni.
Forte la richiesta di interventi immediati per l'assunzione dei precari e il pensionamento immediato dei Q96.
Molto applaudito e seguito l'intervento del giudice emerito della Corte Costituzionale Ferdinando Imposimato, che ha rivolto pesanti accuse di incostituzionalità delle norme e decisioni emanate dall'esecutivo, che hanno sequestrato i Q96 al lavoro e lasciato senza sicurezze di assunzione i precari.

continua

Continua
DSC02352

Sostieni l'autorganizzazione di DOCENTI ED ATA nella SCUOLA !
Difendi i tuoi interessi contro i governi che distruggono la scuola pubblica bene comune, fuori dai sindacati oligarchici e concertativi !

Continua
CESP_large

LA SCUOLA-AZIENDA è DAVVERO LA BUONA SCUOLA?

Approfondimenti sul progetto del governo Renzi

Relatori: Carlotta Cini,Rino Capasso,Serena Tusini

Venerdi' 3 Ottobre 2014
Presso IPSSEOA MINUTO 
VIA CASONE A MARE- MARINA DI MASSA

Continua
CESP_large

LA "BUONA SCUOLA" è DAVVERO UNA BUONA SCUOLA?

Approfondimenti sul progetto del governo Renzi
Precari, gerarchie e privati nella scuola-azienda

Relatori:Sebastiano Ortu,Serena Tusini,Giovanni Bruno.
Conclusioni di Piero Bernocchi

Giovedì 2 Ottobre
(ore 8,00-13,30)
Saloncino “Complesso Concetto Marchesi”
 VIA BETTI - PISA

Continua
CESP_large

Buona scuola?
Approfondimenti giuridici, economici e didattici sul piano “La buona Scuola”

Relatori: Alessandro Palmi, Annalisa Piccirilli e Ennio Francavilla, Marco Barone,
Davide Zotti, Marcello Carcarino.
Coordina la professoressa Daniela Antoni.

Venerdì 3 ottobre 2014 ore 9.00-13.00
Presso l'Aula Magna dell' I.T.I.S. A.VOLTA
Via Monte Grappa, 1 TRIESTE

Continua
CESP_large

“La scuola – azienda è davvero la buona scuola?”

Approfondimenti sul progetto del governo Renzi.

Relatori: Sebastiano Ortu, Rino Capasso, Serena Tusini.
Conclusioni di Piero Bernocchi , Portavoce nazionale Cobas scuola.

Mercoledì 1 Ottobre 2014
Presso ITE "FRANCESCO CARRARA",
Viale Marconi, 69 – LUCCA

Continua
cane-polizia-610x386

L’UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE SOSPENDE 12 GIORNI DALL’INSEGNAMENTO E DALLO STIPENDIO IL DOCENTE CHE HA SCELTO DI CONTINUARE AD INSEGNARE OPPONENDOSI AI CONTROLLI ANTIDROGA DURANTE L’ORARIO DI LEZIONE.

Sospendere un insegnante perché si rifiuta di interrompere la lezione sembra un paradosso degno di Lewis Carroll, l’autore di Alice nel paese delle meraviglie, ma a Terni succede proprio questo: il dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale, Domenico Petruzzo, irroga il provvedimento disciplinare della sospensione per 12 giorni dal servizio e dallo stipendio a un docente per essersi rifiutato di  interrompere la lezione per controlli con cani antidroga in classe. L’insegnante è Franco Coppoli, referente provinciale della Confederazione Cobas. 

Continua

Dai il 5 X 1000
all' Associazione Azimut
Codice Fiscale 97342300585
 

Sito Azimut

Continua
DSC02352

Sostieni l'autorganizzazione di DOCENTI ED ATA nella SCUOLA !
Difendi i tuoi interessi contro i governi che distruggono la scuola pubblica bene comune, fuori dai sindacati oligarchici e concertativi !

Continua

INIDONEI

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

Cobas - Inidonei - ITP- Precari - Materia Alternativa Modelli Viventi - Quota96

Martedì 24 settembre ore 14-18 Nuovo presidio al MIUR L’abrogazione del comma 13, art 14 del DL 95/201...

24 SETTEMBRE 2013 Incontro al MIUR e Audizione alla VII Commissione Cultura della Camera

COBAS-INIDONEI-ITP-PRECARI-MATERIA ALTERNATIVA- MODELLI VIVENTI-QUOTA 96 Ieri è stata veramente una giornata c...

" Cobas-Inidonei-ITP-Precari AA AT-Modelli Viventi-Materia Alternativa- Quota 96"

Ricognizione dei Quota 96 finalmente il Miur emana la nota Anche questa è un'ulteriore, piccola, ma significativa...

Cobas-Inidonei-Precari AA AT-ITP Vinta una battaglia occorre vincere la guerra

Dicembre 2013 - luglio 2014 incontri, mobilitazioni, sit-in, presidi Per rilanciare la centralità delle bibliot...

I DOCENTI “INIDONEI” PRESIDIANO BIBLIOTECHE E LABORATORI DIDATTICI SFIDANO SINDACATI E GOVERNO ‘SALTA’ LA DATA DELLE VISITE

A dieci anni dal primo tentativo di liberarsi dei docenti “idonei ad altri compiti”, licenziando i cosiddetti “ impro...

Un nuovo successo dei Cobas nella denuncia dell'eterna persecuzione subita dagli Inidonei.

Il 6 maggio scorso si è discussa in Senato l'interrogazione parlamentare presentata su nostra richiesta dalla Senatri...

Manifesti

Napoli 24/11/ 2012