23472402_1852086741769188_2404468791181466989_n

Dopo l’inaccettabile sentenza politica del Consiglio di Stato occorre al più presto un Decreto-legge del governo che stabilizzi tutti i docenti abilitati

Mercoledi 17 gennaio il MIUR discuterà con i COBAS e altri sindacati sulla vertenza. Ecco le proposte che presenteremo al Ministero

Dopo il successo dello sciopero e delle manifestazioni dell'8 gennaio ove le maestre/i hanno risposto splendidamente all'arroganza di “consiglieri di Stato” che guadagnano 100 volte più di loro, intenzionati a buttar fuori migliaia di docenti per anni spremuti come limoni a 11 euro l’ora e considerati fino ad ora abili a insegnare il MIUR convoca il 17 gennaio i COBAS, assieme ad altri sindacati, per affrontare la questione dei diplomati magistrali. La convocazione è il frutto della grande mobilitazione in atto, che ha mostrato anche al MIUR come i sindacati “monopolisti” non solo non rappresentano le migliaia di docenti che hanno lottato per ottenere quanto spettava loro di diritto, ma neanche sono interessati ad una positiva risoluzione in materia.

Continua

Ora il movimento di lotta deve riunirsi in assemblee provinciali/regionali, verso una Assemblea nazionale che produca una piattaforma unitaria e le prossime iniziative di lotta
 

26240241_1799166233715162_3036443083078391062_o

E’ terminata poco fa, dopo otto ore, l’eccellente manifestazione di protesta delle maestre/i diplomate/i magistrali contro l’inaccettabile sentenza del Consiglio di Stato che vorrebbe annullare i diritti acquisiti di questa importante parte della categoria, sentenza che va contro tutte le precedenti che in questi anni avevano dato ragione a decine di migliaia di docenti che adesso si vedono negare persino il diritto all’inserimento nelle Graduatorie a Esaurimento (GAE), e che vengono retrocessi a docenti di serie C.

Continua

8 gennaio 2018 sciopero dei/delle docenti

della scuola Primaria e dell’Infanzia

Manifestazione nazionale a Roma, MIUR (v.le Trastevere) ore 9.30

Il Consiglio di Stato, dopo l’udienza del 15 novembre, ha pubblicato il 21 dicembre una vergognosa sentenza contro i diplomati/e magistrali, che va contro tutte le precedenti sentenze che in questi anni avevano dato ragione a decine di migliaia di docenti che adesso si vedono negare persino il diritto all’inserimento nelle Graduatorie a Esaurimento (GAE), e che vengono retrocessi a docenti di serie C. Questa sentenza pone drammatici problemi, professionali ed umani, ai diplomati magistrali. Molti/e di loro hanno avuto nomine annuali dalle GAE, in diversi/e sono già stati/e immessi in ruolo, e ora, oltre alla perdita del posto di lavoro, rischiano di ritrovarsi improvvisamente reinseriti in seconda fascia o, secondo un’interpretazione ancora più penalizzante della sentenza, addirittura in terza fascia.

Continua
23517687_1852086795102516_462843464897293997_n

Basta con il premio di sedicente “merito” ai/alle fedelissimi/e dei dirigenti scolastici, basta con il “cerchio magico” del preside.
La Presidenza del Consiglio dei Ministri conferma l’obbligo per i presidi di rendere nota tutta la procedura di assegnazione dei “bonus”, le motivazioni, le cifre e i nomi dei “beneficiati/e”.
 
Il Dipartimento per il coordinamento amministrativo della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il 19 ottobre '17, ha riconosciuto il diritto di ogni docente di accedere all'intera documentazione relativa all'assegnazione del “bonus”, il sedicente “premio di merito” 

Continua
20171110_103316rid

Nelle principali città bloccati i trasporti e il 25% dei lavoratori/trici della scuola in sciopero. Buoni risultati anche nella Sanità, Pubblico Impiego, Telecomunicazioni, Lavoro Privato. Decine di migliaia in piazza contro le politiche economiche e sociali del governo e la sua Finanziaria.

Ignobile aggressione poliziesca al MIUR contro docenti e ATA, picchiati a freddo manifestanti travolti da cariche teppistiche, due militanti COBAS feriti seriamente e ricoverati in osservazione, vari contusi

Malgrado il clamoroso silenzio-stampa (che per alcuni giornali come “La Repubblica” perdura tuttora nelle edizioni “on line” che fanno finta di non accorgersi neanche del blocco totale dei trasporti in tante città) di chi non rispetta neanche l’obbligo di avvertire in anticipo la cittadinanza delle azioni di protesta, lo sciopero generale di oggi, indetto dai COBAS, USB e UNICOBAS, ha avuto un notevole successo.

Continua
ROMA-24-OTT.-N-10_large

Contro le politiche economiche e sociali del governo e la sua Finanziaria
 
Manifestazioni in molte città, a Roma al MIUR ore 9.30 e al Parlamento ore 11.30, al Ministero della Salute ore 9.00
 
Il 10 novembre, indetto dai COBAS e da altre strutture del sindacalismo alternativo, si svolgerà lo sciopero di tutto il lavoro dipendente, dalla Scuola ai Trasporti, dalla Sanità alle Telecomunicazioni, nel Pubblico Impiego e nel Lavoro privato. 

 

Continua
22045941_1835587990085730_9179465746379330358_n

50 euro di elemosina per i docenti e ancor meno per gli ATA e 500 di aumento per i presidi, 10 volte tanto: basta con lo strapotere dei dirigenti scolastici!

Il 10 novembre la scuola sciopera contro la politica scolastica del governo e l’inserimento nel contratto della legge 107, per il recupero almeno del 20% di salario perso in 10 anni

Continua

Verso lo sciopero generale del 10 novembre
 

Copia di MANIFESTO COBAS NOVEMBRE 2017 F.TO A_4

Pino Iaria, docente di matematica dell'I.I.S. Boselli di Torino e membro dell'Esecutivo Nazionale COBAS, in quest'anno scolastico era stato assegnato dal preside ad altra scuola, in violazione della continuità didattica e malgrado Collegio Docenti e Consiglio d'Istituto avessero indicato quale primo criterio di assegnazione proprio tale continuità. Insieme a Iaria anche altre/i docenti sono stati/e spostati dalle loro classi, esclusivamente a causa del loro contrasto con il preside.

Continua
MANIFESTO COBAS NOVEMBRE 2017 F.TO A_4
Continua
cobas-scuola-13-n-sciopero

Contro la politica scolastica del governo e lo strapotere dei presidi, fonte di continui soprusi nei confronti di docenti ed ATA.

Durante lo scorso anno scolastico, pur lottando con forza e continuità, non siamo riusciti ad impedire che gli otto decreti attuativi della legge 107, varati dal governo Gentiloni per chiudere nella gabbia della “cattiva scuola” docenti, ATA e studenti, venissero approvati dal Parlamento e aggravassero ulteriormente i disastri della legge. A partire dai superpoteri dei presidi - che disgregano il tessuto unitario e collaborativo nelle scuole con soprusi continui nei confronti dei docenti ed ATA che non si piegano alle sciagurate logiche aziendalistiche – al dilagare di una grottesca ”Alternanza scuola-lavoro”, forma sfacciata di apprendistato gratuito e inutile; dalla centralità data agli assurdi quiz Invalsi al famigerato “bonus” per gli insegnanti più “collaborativi”; dalla chiamata diretta dei docenti da parte dei presidi (in estate naufragata ma già riproposta pervicacemente) alla minaccia della riduzione di un anno di scolarità: tutti gli effetti nefasti della politica scolastica governativa sono oramai squadernati in forma eclatante.

Continua
sciopero_generale2

I COBAS, insieme all’USB (Unione sindacale di Base) e alla CIB- Unicobas, hanno convocato lo sciopero generale nazionale di tutte le categorie e comparti pubblici e privati per l’intera giornata del 10 novembre 2017.

Continua
Nuovo Immagine Windows Bitmap (2)
Continua
Sconcertante comunicato della Commissione di garanzia contro i COBAS e le maestre/i in lotta contro la sentenza del Consiglio di Stato

Dopo il grande successo dello sciopero e della manifestazione nazionale a Roma.

Da tempo abbiamo preso atto di come la Commissione di garanzia, incaricata di “vigilare” sul rispetto della legge 146/1990 che regola l’effettuazione degli scioperi nelle strutture pubbliche e nei servizi, vada sovente oltre le proprie funzioni e tenda alla riscrittura delle “regole del gioco” in solipsistica autonomia.

Continua
index
Continua

Comunicato di solidarietà al Prof. Nicolò la Rocca, dirigente scolastico della DD "Ragusa Moletti" di Palermo

logo cobas scuola 500x 250

 

Continua
Nuovo Immagine Windows Bitmap (2)

 

Il Telefono Viola propone un Osservatorio Giorgio Antonucci contro il TSO

Sabato 25 novembre si è svolto, nella bella cornice dell’Auditorium di Sant’ Apollonia, a Firenze, il partecipatissimo evento organizzato per la consegna di un premio speciale il Premio Antonucci che ogni anno viene assegnato a persone che si sono distinte nella difesa dei pazienti psichiatrici.

Continua
Nuovo Immagine Windows Bitmap (2)
Continua
20171110_104025rid
Continua
cesp

Democrazia partecipata e cittadinanza attiva nella scuola: Il caso dei Consigli di Istituto

Mercoledì 13 dicembre 2017
Ore 9.00 – 17.30
ITGC Salvemini–D. D’Aosta
Via Giusti 27 - FIRENZE
Da stazione SMN
Autobus 6 - 14 - 23

Continua
22282050_1714552571891106_1921208876026382648_n_medium

La triste notizia della scomparsa di Fabio Troiani, dopo un decorso breve ma sofferto della nefasta malattia che lo ha colpito, ci lascia sgomenti e affranti dal dolore. La morte, non annulla di certo la sua figura di uomo onesto e compagno sempre attento alle problematiche sociali.

Continua

Il disagio che si sta creando sulla questione vaccini era facilmente prevedibile. Due settori pubblici ampiamente sotto-dimensionati dai tagli pesantissimi degli ultimi anni (ASL e Scuole) vengono investiti di ulteriori nuove incombenze. Le segreterie scolastiche, ridotte ai minimi termini per il personale e addirittura impossibilitate dalla legge a nominare supplenti, non sono in grado di smaltire ulteriore lavoro burocratico; e anche i presidi cominciano a dare forti segnali di insofferenza rispetto alle sempre maggiori incombenze a cui la legge via via li chiama, fino alle attuali responsabilità di sicurezza sanitaria

Continua
untitled

Il Giudice del Tribunale di Terni Manuela Olivieri ha condannato la COOP CENTRO ITALIA per comportamento antisindacale e ha ordinato alla stessa COOP di autorizzare l’assemblea della RSU COBAS e di consegnare al sindacato di base le chiavi della bacheca aziendale.

Questa importante sentenza (che si può trovare nel sito dei COBAS di Terni) sancisce un fondamentale diritto democratico all’interno dei posti di lavoro e riconosce la rappresentanza sindacale direttamente ai lavoratori e non alle sigle sindacali concertative.

Continua
cesp

NEL PANOPTICON DELL’UCCIARDONE: IL CARCERE CAMBIA
Il 19 maggio, presso la Sala Teatro della Casa di Reclusione dell’Ucciardone, si è svolto il
Corso nazionale di Aggiornamento/Formazione: SCUOLA IN CARCERE- Laboratori didattici e
scelte educative, organizzato dal CESP (Centro Studi Scuola Pubblica), con il coordinamento della
Direzione dell’Istituto penitenziario e della “rete delle scuole ristrette”, rappresentata da docenti
e dirigenti, provenienti da tutta Italia.

Continua
cesp

INCONTRI DI INFORMAZIONE E AGGIORNAMENTO
11 GENNAIO - 23 FEBBRAIO 2018
SALA RIUNIONI CESP
VIALE MANZONI 55

Dall’11 gennaio sino al 23 febbraio 2018, dalle 16.30 alle 19-30, presso la Sala convegni CESP, si svolgeranno i Laboratori seminariali sul “Disagio psichiatrizzato, medicalizzazione e trattamento chimico degli studenti ‘non conformi’

Continua
cesp

DALL'AUTONOMIA SCOLASTICA ALLA LEGGE 107 VENTI ANNI DI CAMBIAMENTI NELLA SCUOLA PUBBLICA STATALE E NELLA FUNZIONE DOCENTE

Giovedì 25 Gennaio 2018
Ore 8.30 -14.00
I.I.S Tartaglia-Olivieri
Via Oberdan 12 /E Brescia

Continua
cesp

PERCORSI DI SCOLARIZZAZIONE E COEDUCAZIONE CON ALUNNE/I ROM
ATTENZIONI,SGUARDI, DISTANZE, PROSPETTIVE DI INCLUSIONE NELLA SCUOLA PUBBLICA

Sabato 3 febbraio 2018
Ore 9.00 – 13.30
I.C. G. Dozza
Via De Carolis 23 - BOLOGNA

Continua

In attesa di farlo scomparire al più presto alleghiamo alcuni MATERIALI utili per ottenere gli atti del cosiddetto BONUS Docenti (nonché del FIS) sia come singoli insegnanti che come RSU. Vorremmo capire, infatti, perché tanti Dirigenti Scolastici (e tanti docenti cosiddetti “meritevoli”) hanno "problemi" con la dovuta trasparenza nella Pubblica Amministrazione e non vogliono che si sappia chi è stato beneficiario del BONUS, per quali motivazioni e per quale importo. 

Continua
cobas_default1

Giovedì 14 dicembre, a partire dalle ore 15.00, inaugureremo la sede confederale COBAS di Piazzale Loreto 11 con un adeguato rinfresco. Sempre il 14, dalle 8.30 alle 14 all'IIS Bertarelli - Ferraris di C. Porta Romana 110 terremo il primo Convegno Cesp milanese dal titolo "L'immiserimento della didattica e della funzione docente nella scuola della legge 107".  Sarete i/le benvenuti/e in entrambe le occasioni.

Continua
CESP

L’IMMISERIMENTO DELLA DIDATTICA E DELLA FUNZIONE DOCENTE NELLA SCUOLA DELLA LEGGE 107
 
Giovedì 14 Dicembre 2017
Ore 8.30 – 14.00
IIS Bertarelli - Ferraris
C.so Porta Romana 110 MILANO

Continua

La ministra Fedeli va a braccetto con gli integralisti catto-fascisti e regala ai genitori il potere di veto sui contenuti dell’insegnamento.
 
Per il ritiro del documento e una riscrittura coerente con i valori della scuola pubblica, laica e plurale.
 

Continua
Nuovo Immagine Windows Bitmap
Continua
cesp

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO
Spunti analitici e riflessioni pratiche
Martedì 21 novembre 2017
Ore 8.45 – 13.15
Aula Magna I.I.S. G. Valle
Via T. Minio13 – PADOVA

Continua
CESP

L’insegnante fra premialità, competenze e alternanza

Giovedì 9 novembre 2017
ore 8.30 - 13.30
A. Magna C.D.G. Pizzigoni
Via Siena 5 – CATANIA

Continua
CESP

PROGETTO TRANSLANGUAGING:
Le competenze linguistiche dei migranti entrano nelle scuole
 
Giovedì 12 Ottobre 2017
Ore 8.45 – 13.15
Aula Magna I.I.S. “G. Valle”
Via T. Minio, 13 – PADOVA

Continua
Continua
cesp
Continua
UN-OSPEDALE-PER-IL-ROJAVA-RIDOTTA

L’intera umanità vi dovrebbe gratitudine eterna per l’eroica lotta che state conducendo: perché dalla riconquista di Kobane e del Rojava, che tanto vi è costata in perdite umane nelle fila dei/delle vostri/e combattenti e dei cittadini/e, è iniziata la fine del sedicente Stato Islamico e la sconfitta dell’orrenda barbarie dell’Isis; perché siete in primissima linea nella sacrosanta impresa di spazzare via dalle loro ultime roccaforti i nazi-islamisti, feroci, reazionari e oscurantisti come pochi altri nella storia dell’umanità

Continua
Piero Bernocchi

Cosa sta succedendo nelle scuole?
Sembra che docenti e Ata abbiano assorbito e metabolizzato
i “disastri” estivi (chiamata diretta e bonus premiale).
E così?

Continua
Azimut

Con il 5x MILLE sottoscrivendo l'apposita casella nel 730
o unico e indicando il codice Fiscale dell'associazione - 97342300585

Continua

INIDONEI