20171110_103316rid

Nelle principali città bloccati i trasporti e il 25% dei lavoratori/trici della scuola in sciopero. Buoni risultati anche nella Sanità, Pubblico Impiego, Telecomunicazioni, Lavoro Privato. Decine di migliaia in piazza contro le politiche economiche e sociali del governo e la sua Finanziaria.

Ignobile aggressione poliziesca al MIUR contro docenti e ATA, picchiati a freddo manifestanti travolti da cariche teppistiche, due militanti COBAS feriti seriamente e ricoverati in osservazione, vari contusi

Malgrado il clamoroso silenzio-stampa (che per alcuni giornali come “La Repubblica” perdura tuttora nelle edizioni “on line” che fanno finta di non accorgersi neanche del blocco totale dei trasporti in tante città) di chi non rispetta neanche l’obbligo di avvertire in anticipo la cittadinanza delle azioni di protesta, lo sciopero generale di oggi, indetto dai COBAS, USB e UNICOBAS, ha avuto un notevole successo.

Continua
ROMA-24-OTT.-N-10_large

Contro le politiche economiche e sociali del governo e la sua Finanziaria
 
Manifestazioni in molte città, a Roma al MIUR ore 9.30 e al Parlamento ore 11.30, al Ministero della Salute ore 9.00
 
Il 10 novembre, indetto dai COBAS e da altre strutture del sindacalismo alternativo, si svolgerà lo sciopero di tutto il lavoro dipendente, dalla Scuola ai Trasporti, dalla Sanità alle Telecomunicazioni, nel Pubblico Impiego e nel Lavoro privato. 

 

Continua
22045941_1835587990085730_9179465746379330358_n

50 euro di elemosina per i docenti e ancor meno per gli ATA e 500 di aumento per i presidi, 10 volte tanto: basta con lo strapotere dei dirigenti scolastici!

Il 10 novembre la scuola sciopera contro la politica scolastica del governo e l’inserimento nel contratto della legge 107, per il recupero almeno del 20% di salario perso in 10 anni

Continua

Verso lo sciopero generale del 10 novembre
 

Copia di MANIFESTO COBAS NOVEMBRE 2017 F.TO A_4

Pino Iaria, docente di matematica dell'I.I.S. Boselli di Torino e membro dell'Esecutivo Nazionale COBAS, in quest'anno scolastico era stato assegnato dal preside ad altra scuola, in violazione della continuità didattica e malgrado Collegio Docenti e Consiglio d'Istituto avessero indicato quale primo criterio di assegnazione proprio tale continuità. Insieme a Iaria anche altre/i docenti sono stati/e spostati dalle loro classi, esclusivamente a causa del loro contrasto con il preside.

Continua
MANIFESTO COBAS NOVEMBRE 2017 F.TO A_4
Continua
cobas-scuola-13-n-sciopero

Contro la politica scolastica del governo e lo strapotere dei presidi, fonte di continui soprusi nei confronti di docenti ed ATA.

Durante lo scorso anno scolastico, pur lottando con forza e continuità, non siamo riusciti ad impedire che gli otto decreti attuativi della legge 107, varati dal governo Gentiloni per chiudere nella gabbia della “cattiva scuola” docenti, ATA e studenti, venissero approvati dal Parlamento e aggravassero ulteriormente i disastri della legge. A partire dai superpoteri dei presidi - che disgregano il tessuto unitario e collaborativo nelle scuole con soprusi continui nei confronti dei docenti ed ATA che non si piegano alle sciagurate logiche aziendalistiche – al dilagare di una grottesca ”Alternanza scuola-lavoro”, forma sfacciata di apprendistato gratuito e inutile; dalla centralità data agli assurdi quiz Invalsi al famigerato “bonus” per gli insegnanti più “collaborativi”; dalla chiamata diretta dei docenti da parte dei presidi (in estate naufragata ma già riproposta pervicacemente) alla minaccia della riduzione di un anno di scolarità: tutti gli effetti nefasti della politica scolastica governativa sono oramai squadernati in forma eclatante.

Continua
sciopero_generale2

I COBAS, insieme all’USB (Unione sindacale di Base) e alla CIB- Unicobas, hanno convocato lo sciopero generale nazionale di tutte le categorie e comparti pubblici e privati per l’intera giornata del 10 novembre 2017.

Continua
corteo

Il successo dello sciopero dei trasporti, indetto unitariamente il 16 giugno scorso dal sindacalismo conflittuale e alternativo, ha confermato quanto sia importante, al di là della divisione organizzativa, l’unità d’azione in occasione di lotte specifiche o scioperi nazionali. Essa mette in atto un moltiplicatore di forze che mobilita una massa di lavoratori/trici ben più ampia della somma delle forze promotrici.

Continua
cobas numero 2
Continua
4070f74a6d66f1de738dc730695520a6Raw_0_0-620x360

Andiamo ad una votazione su scheda nazionale nei comparti pubblici e privati e vediamo quali sono i sindacati “rappresentativi”!

Cesare Damiano nel novembre 2006 era ministro del Lavoro del secondo governo Prodi, in quota DS e dopo una lunga gavetta di funzionariato in Cgil. Come COBAS (ma era un parere diffuso) ritenevamo che fosse dalla parte degli industriali piuttosto che da quella dei lavoratori/trici. E lo scrivemmo in una manchette sul quotidiano “Il Manifesto” mentre, insieme alla Fiom ed altri,  organizzavamo una manifestazione nazionale contro il precariato, che il governo Prodi stava ulteriormente estendendo. La titolammo crudamente  “Damiano amico dei padroni vattene”.

Continua
7d2f1658fd2fa948bed884a7c2939bfea31fe618734328f031022e3a

Una delle norme più contestate e devastanti della Legge 107 è la “chiamata diretta”, che mira a stravolgere completamente il reclutamento dei docenti. Con essa infatti, il preside può scegliere a suo insindacabile giudizio, dall’ambito territoriale di riferimento, i docenti da far venire nella “sua” scuola con un incarico triennale che potrà o meno confermare alla fine del triennio. Cgil, Cisl, Uil e Snals, anziché battersi per l‘abrogazione di tale norma, stanno cercando, con una sorta di pre-Contratto Integrativo siglato l’11 aprile con il MIUR, di dar vita ad uno pseudo-coinvolgimento del Collegio docenti nella “chiamata diretta”

Continua

SOSTENIAMO IL BOICOTTAGGIO STUDENTESCO DEI DANNOSI INDOVINELLI E LA NON-COLLABORAZIONE DEI DOCENTI

IMG_20170317_101129

Dopo i buoni risultati dello sciopero del 3 maggio nella scuola dell’Infanzia, Primaria e Media di primo grado contro i quiz Invalsi, avevamo in programma per domani analogo sciopero nelle scuole Superiori, entrambi motivati dal fatto che i decreti attuativi della legge 107 hanno aggravato ulteriormente la distruttiva centralità già attribuita all’Invalsi come strumento-chiave per la valutazione delle scuole, degli studenti, dei docenti e della qualità dell’insegnamento. Nella scuola Media di Primo grado le rilevazioni dal prossimo anno rappresenteranno requisito indispensabile di ammissione all’esame conclusivo, mentre nella scuola Superiore, dall’anno successivo, gli studenti verranno sottoposti a quiz i cui esiti saranno riportati all’esame di Maturità, per essere ammessi al quale sarà indispensabile aver svolto il test Invalsi.
 

Continua

Gravissimo e ultra-discriminatorio intervento della Commissione di Garanzia che impedisce ai lavoratori/trici di effettuare il 9 maggio l’analogo sciopero nella scuola Superiore

cobas_inf

      
Lo sciopero di ieri contro i quiz Invalsi e i decreti attuativi della legge 107 ha avuto un buon successo in tante città ed un risultato eccellente in particolare in Sardegna dove, anche grazie alla partecipazione di tanti genitori che hanno tenuto i figli/e a casa, un numero elevato di scuole sono state completamente chiuse per lo sciopero di docenti e ATA e.  in generale, i quiz sono saltati parzialmente o totalmente in centinaia di scuole, cosicché i disastrosi indovinelli non sono stati propinati a migliaia di alunni/e della primaria.

Continua
20171110_104025rid
Continua
cesp

Democrazia partecipata e cittadinanza attiva nella scuola: Il caso dei Consigli di Istituto

Mercoledì 13 dicembre 2017
Ore 9.00 – 17.30
ITGC Salvemini–D. D’Aosta
Via Giusti 27 - FIRENZE
Da stazione SMN
Autobus 6 - 14 - 23

Continua
CESP

L’IMMISERIMENTO DELLA DIDATTICA E DELLA FUNZIONE DOCENTE NELLA SCUOLA DELLA LEGGE 107

Giovedì 14 Dicembre 2017
Ore 8.30 – 14.00
IIS Bertarelli - Ferraris
C.so Porta Romana 110 MILANO

Continua
telefono viola
Continua
22282050_1714552571891106_1921208876026382648_n_medium

La triste notizia della scomparsa di Fabio Troiani, dopo un decorso breve ma sofferto della nefasta malattia che lo ha colpito, ci lascia sgomenti e affranti dal dolore. La morte, non annulla di certo la sua figura di uomo onesto e compagno sempre attento alle problematiche sociali.

Continua

Il disagio che si sta creando sulla questione vaccini era facilmente prevedibile. Due settori pubblici ampiamente sotto-dimensionati dai tagli pesantissimi degli ultimi anni (ASL e Scuole) vengono investiti di ulteriori nuove incombenze. Le segreterie scolastiche, ridotte ai minimi termini per il personale e addirittura impossibilitate dalla legge a nominare supplenti, non sono in grado di smaltire ulteriore lavoro burocratico; e anche i presidi cominciano a dare forti segnali di insofferenza rispetto alle sempre maggiori incombenze a cui la legge via via li chiama, fino alle attuali responsabilità di sicurezza sanitaria

Continua
locandina

Il colonialismo italiano in Libia e quello Israeliano in Palestina. Analogie e differenze.
Venerdì 27 Ottobre 2107
Ore 8.30 -13.00
Biblioteca San Giorgio
Auditorium Terzani - PISTOIA

Continua
untitled

Il Giudice del Tribunale di Terni Manuela Olivieri ha condannato la COOP CENTRO ITALIA per comportamento antisindacale e ha ordinato alla stessa COOP di autorizzare l’assemblea della RSU COBAS e di consegnare al sindacato di base le chiavi della bacheca aziendale.

Questa importante sentenza (che si può trovare nel sito dei COBAS di Terni) sancisce un fondamentale diritto democratico all’interno dei posti di lavoro e riconosce la rappresentanza sindacale direttamente ai lavoratori e non alle sigle sindacali concertative.

Continua
cesp

NEL PANOPTICON DELL’UCCIARDONE: IL CARCERE CAMBIA
Il 19 maggio, presso la Sala Teatro della Casa di Reclusione dell’Ucciardone, si è svolto il
Corso nazionale di Aggiornamento/Formazione: SCUOLA IN CARCERE- Laboratori didattici e
scelte educative, organizzato dal CESP (Centro Studi Scuola Pubblica), con il coordinamento della
Direzione dell’Istituto penitenziario e della “rete delle scuole ristrette”, rappresentata da docenti
e dirigenti, provenienti da tutta Italia.

Continua
CESP

SCUOLA IN CARCERE
Laboratori didattici e scelte educative Verso la Giornata nazionale del Mondo che non c’è.

Venerdì 19 maggio 2017
Ore 9.00 - 17.00
Sala Teatro Casa Circondariale Ucciardone
Via Enrico Albanese 3 – PALERMO

Continua
cesp

L’Invalsi e la pianificazione della scuola-azienda secondo la legge 107: dalla didattica dei saperi alla certificazione delle competenze
   
Martedì 9 Maggio 2017
Ore 8.30 -13.30
Sede Provinciale CESP
Via dei Pilastri 43 - FIRENZE

Continua
cesp

L’INVALSI ai tempi della Legge 107.Dalla didattica dei saperi alla certificazione delle competenze
 
Venerdì 5 Maggio 2017
Ore 08.30 – 13.30
Sala Giorgio Nugnes
Via Verdi 35 – NAPOLI

Continua
cesp

DOVE VA LA BUONA SCUOLA, E PERCHE'
 
Venerdì 21 Aprile 2017
Ore 9.00 -13.30
Sala Conferenze Circ. C.A.P
Via Albertazzi 3 - GENOVA

Continua
cesp

L'EDUCAZIONE FA LA DIFFERENZA: PREVENIRE LE VIOLENZE DI GENERE A SCUOLA
 
Giovedì 27 Aprile 2017
Ore 9.00-13.30
Aula Magna IC S.Giovanni
Via dei Cunicoli 8 -TRIESTE
 
LABORATORI SULLE PRATICHE EDUCATIVE PER PREVENIRE LE VIOLENZE DI GENERE
Ore 16.00-18.00
Pzza Sant'Antonio Nuovo-TRIESTE

Continua
imagesGK3T24G5

ROMA
Ore 9.30 Viale Trastevere-MIUR
Ore 11.30 Montecitorio

TORINO
Ore 9.00 Corso Vittorio Emanuele-USR Piemonte

VENEZIA
Ore 10.30 Riva de Biasio-USR Veneto

BOLOGNA  
Ore 9.30 Piazza Santo Stefano

FIRENZE  
Ore 9.00 Piazza S.Marco

NAPOLI   
Ore 9.30 Piazza del Gesù

CAGLIARI   
Ore 9.30 Piazza Giovanni XXIII

BARI         
Ore 10.00 Via Castromediano-USR Puglia

PALERMO   
Ore 9.30 Piazza Politeama

CATANIA    
Ore 9.30 Piazza Stesicoro

Continua

La ministra Fedeli va a braccetto con gli integralisti catto-fascisti e regala ai genitori il potere di veto sui contenuti dell’insegnamento.
 
Per il ritiro del documento e una riscrittura coerente con i valori della scuola pubblica, laica e plurale.
 

Continua
Nuovo Immagine Windows Bitmap
Continua
cesp

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO
Spunti analitici e riflessioni pratiche
Martedì 21 novembre 2017
Ore 8.45 – 13.15
Aula Magna I.I.S. G. Valle
Via T. Minio13 – PADOVA

Continua
CESP

L’insegnante fra premialità, competenze e alternanza

Giovedì 9 novembre 2017
ore 8.30 - 13.30
A. Magna C.D.G. Pizzigoni
Via Siena 5 – CATANIA

Continua
CESP

PROGETTO TRANSLANGUAGING:
Le competenze linguistiche dei migranti entrano nelle scuole
 
Giovedì 12 Ottobre 2017
Ore 8.45 – 13.15
Aula Magna I.I.S. “G. Valle”
Via T. Minio, 13 – PADOVA

Continua
Continua
cesp
Continua
UN-OSPEDALE-PER-IL-ROJAVA-RIDOTTA

L’intera umanità vi dovrebbe gratitudine eterna per l’eroica lotta che state conducendo: perché dalla riconquista di Kobane e del Rojava, che tanto vi è costata in perdite umane nelle fila dei/delle vostri/e combattenti e dei cittadini/e, è iniziata la fine del sedicente Stato Islamico e la sconfitta dell’orrenda barbarie dell’Isis; perché siete in primissima linea nella sacrosanta impresa di spazzare via dalle loro ultime roccaforti i nazi-islamisti, feroci, reazionari e oscurantisti come pochi altri nella storia dell’umanità

Continua
cesp

Funzione e ruolo di scuola e docenti dopo i decreti attuativi della Legge 107
 
Giovedì 25 maggio 2017
Ore 8.15 - 13.30
ISIS Leopolodo II di Lorena
Citt.della dello Studente – GROSSETO

Continua
cesp

COME CAMBIANO LA FUNZIONE E IL RUOLO DELLA SCUOLA E DEI DOCENTI CON I DECRETI ATTUATIVI DELLA LEGGE 107
   
Venerdì 28 aprile 2017
Ore 8.15 - 13.30
Liceo Statale F.Cecioni
Via Galilei 58/60 - LIVORNO

Continua
cesp

COME CAMBIANO LA FUNZIONE ED IL RUOLO DEGLI ATA AI TEMPI DELLA LEGGE 107
 
Pisa, Giovedì 27 Aprile 2017
Ore 8.30-13.30
Aula M. IPSSAR Matteotti
Via Garibaldi 194 - PISA

Continua
Cobas Giornale N.0

N. 0 - FEBBRAIO/MAGGIO 2017

Continua

Si allarga ulteriormente la partecipazione allo sciopero generale della scuola contro la legge 107 e i decreti applicativi

IMG_20151113_114518
Continua
SALVA-ATA
Continua

La recente Nota Miur sull'”organico dell'autonomia”, nella sua Premessa recita: “la Legge 107/2015 si pone la finalità strategica di dare piena attuazione all’autonomia delle istituzioni scolastiche”, dando “nuovo impulso agli elementi gia presenti nel sistema nazionale di istruzione, frutto di oltre 15 anni di lavoro intenso e proficuo delle istituzioni scolastiche autonome. In tale prospettiva, l’introduzione dell’organico dell’autonomia costituisce uno degli elementi piu innovativi”.

Continua
cobas
Continua
Piero Bernocchi

Cosa sta succedendo nelle scuole?
Sembra che docenti e Ata abbiano assorbito e metabolizzato
i “disastri” estivi (chiamata diretta e bonus premiale).
E così?

Continua
Azimut

Con il 5x MILLE sottoscrivendo l'apposita casella nel 730
o unico e indicando il codice Fiscale dell'associazione - 97342300585

Continua

INIDONEI