manifestazione_10_novembre_2018_4-2-a8543

L’assemblea nazionale che si è riunita domenica 10 febbraio 2019 a Macerata si è aperta dando spazio a due voci dal profondo valore simbolico: Wilson Kofi, un ragazzo ghanese vittima dell’attentato fascista di Luca Traini, e Madalina Gavrilescu, attivista rumena del Movimento per il Diritto all’Abitare di Roma, colpita da un provvedimento di espulsione in ragione del suo impegno sociale e politico.  L’assemblea ha segnato la nascita di un Forum solidale e antirazzista contro l’esclusione sociale e le politiche fascistoidi del governo, sulla base della piattaforma tematica di contenuto sulla quale è stata costruita la mobilitazione nazionale del 10 novembre 2018, integrata con una maggiore focalizzazione circa le nuove politiche securitarie e repressive del Governo.

Continua
macerata-10-febbraio-assemblea-nazionale-indivisibili

In Italia esiste un’opposizione al governo Lega-5Stelle. Questo è il principale fatto politico che ci restituiscono le/i centomila indivisibili che hanno attraversato Roma lo scorso 10 novembre. Una mobilitazione che ha prodotto uno squarcio nel velo di quella “pace terrificante”, di quel “razzismo istituzionalizzato” e di quel “sordo e frustrato rancore” verso chi abita gli scantinati di questa società, che sembra regnare dall’insediamento dei giallo-verdi al potere.Un’alterità che, nonostante la propaganda dominante e sempre più di regime, esiste nella società ed ha avuto la forza di mostrarsi il 10 novembre, incarnata direttamente da tutti quei corpi che sono oggetto di politiche discriminanti e repressive: migranti, rom, sinti e caminanti, occupanti, attivisti, famiglie, donne, bambini, anziani, studenti, precari, poveri, senza fissa dimora e disoccupati.

Continua
7d2f1658fd2fa948bed884a7c2939bfea31fe618734328f031022e3a_large

L'art. 1, comma 792, della legge di bilancio appena approvata, accanto a disposizioni positive come
l'abolizione della titolarità di ambito, la riduzione del percorso di formazione iniziale e prova ad un
solo anno (ammesso che in tale anno ci sia davvero spazio per la formazione...) e la possibilità di
ripetere, per una volta, il suddetto percorso in caso di non superamento dello stesso, contiene
provvedimenti inaccettabili per i docenti precari non abilitati che da anni reggono le sorti della
scuola pubblica.

Continua

Malgrado i blocchi e le schedature dei manifestanti arrivati con i pullman e la cancellazione dell’iniziativa da parte dei mass-media. E la mobilitazione continua.

IMG-20181110-WA0011

Un fiumana ininterrotta di “indivisibili” ha percorso per oltre quattro ore le “storiche” vie delle manifestazioni nazionali a Roma ed ha riempito, come non  accadeva da molti anni, Piazza S. Giovanni, per protestare contro le politiche governative, contro il decreto “in-sicurezza” di Salvini e contro l’odio razzista nei confronti dei più deboli e indifesi che vengono in Italia e in Europa per cercare un po’ di pace e di giustizia sociale. Ci aspettavamo circa 20 mila persone, ne sono venute almeno cinque volte tante, oltre 100 mila. Molto ha contato, nel successo straordinario e oltre le più rosee aspettative, l’alleanza aperta, includente e rispettosa di tutte le componenti, che si è realizzata tra forze sociali, sindacali e politiche e che ha favorito l’enorme adesione (oltre 500 associazioni) di strutture che organizzano migranti, rom e sinti, di decine di comunità di immigrati organizzati, di movimenti per l’abitare e occupanti di case, di centri sociali, Cobas e sindacati di base, partiti, reti nazionali e comitati locali.

Continua
10-nov

Contro il governo, il decreto Salvini e il razzismo. Mimmo Lucano parteciperà al corteo e parlerà dal palco di S. Giovanni
Pur se in linea con l’intollerabile politica anti-migranti e “per l’ordine e la sicurezza” di Minniti e dei governi PD, l’ignobile decreto “in-sicurezza”, intestato a Salvini e alla Lega ma sostenuto dai 5 Stelle, che arriva oggi al Senato (e che andrà convertito in legge entro il 3 dicembre), costituisce un assalto senza precedenti contro il diritto di asilo dei migranti, e accentua ulteriormente il messaggio razzista e xenofobo con il quale il nuovo governo si è caratterizzato finora, alimentando odio e rancore verso i più deboli. E mentre distrugge fondamenta plurisecolari del vivere civile, il decreto aggredisce preventivamente, in una sorta di “Stato di polizia”, chiunque voglia manifestare la propria opposizione con iniziative di piazza, occupazioni di case, conflittualità sociale.

Continua
salvini-migratre-214x300

Corteo da Piazza della Repubblica ore 14 a Piazza S. Giovanni

L’assemblea che si è svolta domenica 14 ottobre a Roma, dopo un’intensa discussione che ha fatto emergere l’urgenza di una presa di parola collettiva contro la deriva razzista e fascista del paese, ha deciso di lanciare una sfida al governo cogliendo il tempo della conversione in legge del Decreto Salvini su immigrazione e sicurezza, considerato un preoccupante attacco generalizzato ai diritti e alle libertà di tutti e tutte. Di seguito i punti della piattaforma approvata e l’appello a tutte le realtà sociali e politiche, ai cittadine e alle cittadine di aderire e partecipare alla manifestazione nazionale a Roma il 10 novembre. È il momento di reagire, mobilitarsi e unirsi contro gli attacchi del governo, a cui Minniti ha aperto la strada, contro l’escalation razzista e il decreto Salvini che attacca la libertà di tutte e tutti.

Continua

Contro il decreto Salvini e l’ignobile politica razzista e fascistoide del governo Lega-5Stelle, costruiamo una grande manifestazione nazionale

lucano_mimmo-660x330

E così Salvini e la Lega, con la piena compartecipazione dei 5 Stelle, hanno ottenuto, senza dover aspettare l’approvazione in Parlamento, l’immediata applicazione del loro infame “decreto in-sicurezza” grazie a magistrati che in tutta evidenza condividono pienamente l’ignobile clima razzista e forcaiolo imposto dal governo. Così l' aggressione ai migranti viene mixata con la repressione brutale di chi li aiuta e sperimenta vie positive per l’accoglienza degli ultimi/e della Terra. L’arresto di Mimmo Lucano, sindaco di Riace per tre legislature, è sostenuto da accuse grottesche di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e illecito nell'affidamento dei rifiuti, per la cui raccolta e smaltimento Riace ha avviato un’altra esperienza innovativa ed efficace.

Continua
untitled 1

Crolla il bluff “né di destra né di sinistra, né fascisti né antifascisti” dei 5 Stelle: è un governo reazionario, xenofobo, razzista, sessista e omofobo, quello di fatto guidato da Salvini.

Hanno tuonato per anni contro i presidenti del Consiglio non eletti e poi hanno installato un “signor Nessuno” senza alcuna autonomia; avevano strepitato contro gli accordi tra Renzi e Berlusconi e hanno stipulato un “contratto” tra partiti che si sono demonizzati per anni; avevano strillato per gli “inciuci” contro il popolo sovrano, ed hanno incollato al governo due partiti presentatisi agli elettori in schieramenti contrapposti. Ma questo sarebbe solo l’ennesima dimostrazione dell’ultrasecolare trasformismo italico, se poi il tutto non si fondasse sul programma della Lega, forza dominante di un governo che, oltre a storici rappresentanti della “casta” come Savona, Moavero e Tria, propone figure di bassissimo profilo che dovranno  eseguire il programma di una formazione reazionaria, in perfetta sintonia con l’ultra-destra di Le Pen, Orban, dei governi polacchi ed austriaci.

Continua

Un appello dei sindacati scuola e del mondo dell’associazionismo per fermare la regionalizzazione del sistema di istruzione

I sindacati scuola e il mondo dell’associazionismo, con l’appello che di seguito si riporta, esprimono il loro più netto dissenso riguardo alla richiesta di ulteriori e particolari forme di autonomia in materia di istruzione avanzata dalle Regioni Veneto, Emilia Romagna e Lombardia, a cui sono seguite quelle di altre regioni. Si tratta di un’ipotesi che pregiudica la tenuta unitaria del sistema nazionale in un contesto nel quale già esistono forti squilibri fra aree territoriali e regionali. I diritti dello stato sociale, sanciti nella Costituzione in materia di sanità, istruzione, lavoro, ambiente, salute, assistenza vanno garantiti in maniera uniforme su tutto il territorio nazionale.

E' un appello alla mobilitazione rivolto al mondo della scuola e alla società civile per fermare un disegno politico disgregatore dell’unità e della coesione sociale del Paese.

Continua

Il Cesp–Centro studi per la scuola pubblica ha organizzato o ha in programma nel corso dell’anno scolastico 2019-20 in varie sedi (Lucca, Palermo, Pescara, Grosseto, Genova, Napoli , Salerno..) dei Convegni–Corsi di formazione per docenti e Ata ndedicati allo studio del fenomeno delle migrazioni. Il tema viene trattato da molteplici punti di vista: economico-sociale, politico–culturale (con la legittimazione del razzismo e le tendenze in atto sul piano istituzionale), giuridico costituzionale(con il confronto sistematico tra la legislazione ordinaria e il dettato costituzionale). In particolare, vengono trattati gli aspetti didattici, con al centro il tema dell’interculturalità e dell’accoglienza.
Il materiale prodotto per la serie di Convegni organizzati dal Cesp di Pescara sono scaricabili all’indirizzo: https://sites.google.com/view/migrantiemigrazioni

In allegato, alcuni dei materiali prodotti:

Continua

Archiviato il Procedimento Disciplinare contro l’RSU COBAS dell’IIS Moreschi di Milano

L’Ufficio Competente per i Procedimenti Disciplinari (UCPD), dell’Ambito Territoriale di Milano, ha ARCHIVIATO un grave Procedimento Disciplinare attivato nei confronti della prof.ssa Francesca Bottigliero, docente ed RSU COBAS dell’IIS “Moreschi” di Milano.

Continua

In merito a quanto esplicitato in oggetto, i COBAS sottolineano che:

1) l’art.9 comma 2 della Legge n.121/1985 a proposito dell’insegnamento della religione cattolica stabilisce che “nel rispetto della libertà di coscienza e della responsabilità educativa dei genitori, è garantito a ciascuno il diritto di scegliere se avvalersi o non avvalersi di detto insegnamento.

All'atto dell'iscrizione gli studenti o i loro genitori eserciteranno tale diritto, su richiesta dell'autorità scolastica, senza che la loro scelta possa dar luogo ad alcuna forma di discriminazione”;

Continua

Carissimi/e colleghi/e,

la scrivente Organizzazione Sindacale, in merito a un eventuale utilizzo illegittimo di insegnanti di sostegno come sostituti dei colleghi insegnanti curriculari in caso di assenza di questi ultimi, sia afferenti alla stessa classe che a classi diverse, da parte della Dirigenza e/o dei responsabili orario, invita all’attenta lettura del presente documento a salvaguardia della propria professionalità

Continua

Una accampata permanente a Montecitorio fino alla soluzione positiva della vertenza

Fin dalla emanazione dell’inaudita e inaccettabile sentenza del Consiglio di Stato che intende annullare i diritti acquisiti dalle maestre/i DM (diplomate/i magistrali), i COBAS hanno sostenuto con la massima forza le decine di migliaia di docenti che, utilizzati/e per tanti anni a stipendi miserabili (in media 10 euro l’ora), si vorrebbe ora respingere nella precarietà più totale. Lo abbiamo fatto proponendo due elementi a nostro avviso fondamentali per il successo della lotta: una piattaforma che non dividesse ulteriormente il mondo del precariato, e una struttura decisionale unitaria del movimento di lotta.

Continua

NO all'ulteriore banalizzazione dell'esame, NO a stravolgimenti in corsa, ritiro dei DM.

 La domanda posta non è irrilevante se si vuole comprendere il significato di questa ulteriore riforma apportata al sistema d’istruzione in cui, come accade nel nostro paese, i governi in carica rivendicano il valore delle loro scelte politiche presentandole puntualmente come unnovum.

Continua

Fu Buona Scuola? Come sta cambiando la Scuola Pubblica Statale

Giovedì 14 febbraio 2019
Ore 8.30 – 13.30
I.S. Terra di Lavoro
Via Ceccano, 2 - CASERTA

Continua

Ritornare a insegnare
Medicalizzazione e trattamento chimico degli studenti
BES, DSA, ADHD, ecc.

Giovedì 14 febbraio 2019
Ore 8.15-18.00
I.C. “L. Strenta Tongiorgi”
via Gentileschi 10 - PISA

Continua

SCUOLA E UNIVERSITÀ S-VALUTATE Cultura e libertà di insegnamento tra valutazione, meritocrazia, didattica delle competenze e alternanza scuola/lavoro

Giovedì 21 Febbraio 2019
Ore 8.00 – 13.30
LC STATALE Gioberti
Via S.Ottavio 9/11- TORINO

Continua

La scuola si/cura

Venerdì 22 Febbraio 2019
Ore 8.30 -17.30
I.C. “ Pizzigoni-Carducci
Via Siena, 5 - CATANIA

Continua

Crisi ambientale, cambiamenti climatici. Scuola, alcune declinazioni didattiche

Mercoledì 27 febbraio 2019 
Ore 9.00 – 13.30
Aula Magna I.I.S. Usuelli Ruzza
Via M. Sanmicheli 8 – PADOVA

Continua

Migrazioni, didattica dell’accoglienza e Costituzione

Mercoledì 13 marzo 2019
Ore 9.00 - 14.00
Istituto V.Emanuele II
Largo Zecca 4 - GENOVA

Continua
otto-marzo-sciopero-donne-violenza.510

I COBAS (Confederazione dei Comitati di base), nel ribadire l’importanza della lotta ai rapporti di potere e alle gerarchie su cui si sono sempre fondati sia il sistema patriarcale sia quello capitalista e liberista, sostengono l’appello lanciato dalle donne di tutto il mondo e convocano lo sciopero per l’8 Marzo 2019. La violenza maschile sulle donne e la violenza di genere sono una conseguenza di quei sistemi e si manifestano in tutte le loro forme: stupri, insulti e molestie, violenza domestica e femminicidi che sono ancora  all’ ordine del giorno.

Continua

In risposta al comunicato del Coordinamento nazionale Scienze della Formazione primaria Nuovo Ordinamento con il sostegno del Coordinamento nazionale dei presidenti di Scienze della Formazione primaria, pubblicato da Corrado Zunino, ci sembra doveroso fare alcune puntuali osservazioni.
Intanto, a  nostro modesto parere, è molto grave offendere e screditare senza fondata giustificazione il lavoro e la formazione di migliaia di insegnanti, già umiliate da una vita da precarie svolta da anni, con retribuzioni al di sotto della media europea (senza considerare i ritardi dei pagamenti), ma che continuano a svolgere con passione e senso civico il proprio lavoro.

Continua
Continua

Scuola e arte in carcere
Laboratori formativi interattivi per la riscoperta dell’individuo

Venerdì 14 dicembre 2018
Ore 9.00-13.00 Casa di Reclusione San Michele - Alessandria - Strada Alessandria, 50/A
Ore 15.00-18.00 Associazione Cultura e Sviluppo - Piazza Fabrizio De Andrè 76 - Alessandria

Continua

Migranti e migrazioni. Decodificare il presente per educare alla cittadinanza
30 ore (CFC) Codice SOFIA 21948
Il percorso formativo, rivolto ai docenti di scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado, intende offrire un quadro conoscitivo della complessa questione dei migranti e delle migrazioni affrontata attraverso lo studio di dati storici, sociologici e legislativi, per una decodifica del presente attendibile ed adatta a costruire con gli studenti percorsi didattici, metodologicamente validi, finalizzati alla promozione della cittadinanza.

Continua
Azimut

Con il 5x MILLE sottoscrivendo l'apposita casella nel 730
o unico e indicando il codice Fiscale dell'associazione - 97342300585

Continua

INIDONEI

Manifesti