Notizie

       

Il NO travolge Renzi, le sue politiche economiche e sociali, i suoi progetti autoritari

Ora il NO sociale, democratico e antiliberista deve indicare un’opposta via d’uscita dalla crisi

210d6987e141bd0c9fec0f71b4effe55

Con una partecipazione al voto che è andata oltre le attese, un gigantesco NO ha travolto Renzi e il suo governo, costretto alle dimissioni di fronte ad un dato numerico (uno scarto di ben 20 punti) che va al di là delle nostre più rosee aspettative ma soprattutto delle previsioni generali del mondo politico-istituzionale-massmediatico, a conferma che tale mondo è, nel l’insieme, sempre più lontano dalla vita reale e che tra i suoi protagonisti nessuno ha più la misura dell’entità del malcontento popolare.

Processo Mastrogiovanni l'ambigua sentenza

Telefono_viola

TELEFONO VIOLA
Contro gli abusi e le violenze psichiatriche
PROCESSO MASTROGIOVANNI
L’ AMBIGUA SENTENZA
Condannati gli infermieri- Sconti di pena ai medici
Per tutti sospensione della pena

Comunicato di Solidarietà a Nicoletta Dosio

LOGO

Esprimiamo il nostro appoggio e sostegno a Nicoletta Dosio,insegnante in pensione, storica militante NO TAV e COBAS, vittima dei provvedimenti della procura di Torino per aver partecipato ad una lotta di oltre venti anni contro un’opera inutile e devastante per il territorio e l’ambiente della Val Susa.

Grave intimidazione neofascista alla sede dei Cobas e al Centro Sociale Cimarelli di Terni

Nella notte di domenica 7 novembre una squadraccia neofascista si è introdotta nella sede del Centro Sociale Germinal Cimarelli

Le scuole Umbre chiuse per il terremoto per tutti ma non per il personale ATA

Riteniamo importante e assolutamente condivisibile la delibera che ha spinto il presidente della Regione a chiudere le scuole umbre per permettere controlli sull’agibilità delle strutture in un contesto così particolare, successivo alla ultime intense e ripetute scosse sismiche che hanno devastato Norcia e gran parte della Valnerina, facendosi sentire in tutta la regione. In questi casi, visti anche i tragici precedenti l’applicazione del principio di precauzione è l’unica scelta sensata.

Adriana Demuro

IMG-20161029-WA0008 (1)

Ieri, all’età di 66 anni dopo una lunga e grave malattia, è morta Adriana Demuro, sarda di origine trasferitasi a Pisa all’inizio degli anni ’70, docente di scuola elementare per molti anni alla scuola primaria “De Amicis”  del Villaggio Piaggio di Pontedera e da nove anni, per le sue precarie condizioni di salute, docente utilizzata in altri compiti all’istituto Superiore “Pesenti” di Cascina.

Piero Bernocchi Risponde a Tecnica della Scuola

Cosa sta succedendo nelle scuole?
Sembra che docenti e Ata abbiano assorbito e metabolizzato
i “disastri” estivi (chiamata diretta e bonus premiale).
E così?

Due milioni di firme contro la legge 107 della "cattiva scuola" non sono bastate. Purtroppo il Referendum non ci sarà

labuonascuolanon-300x203

La Corte di Cassazione ha comunicato al comitato referendario che per i quattro quesiti referendari contro la Legge 107 sono state raccolte poco meno delle 500.000 firme valide. Poche migliaia di firme in meno non consentono di giungere alla prova referendaria.

GIORNALE DEI COMITATI DI BASE DELLA SCUOLA

Nuovo Immagine Windows Bitmap
Continua