Notizie

       

Presentazione Oltre il Capitalismo a Pistoia

Oltre il Capitalismo

VENERDÌ 6 MARZO ore 16.00
Auditorium T. Terzani - Pistoia
Biblioteca S. Giorgio Via Pertini 
Oltre il capitalismo
Discutendo di benicomunismo, per un’altra società
di Piero Bernocchi
(Portavoce nazionale Cobas)

28 febbraio corteo #Mai con Salvini da Piazza Vittorio ore 14.00 a S. Andrea della Valle

Roma rifiuta i fascioleghisti xenofobi, razzisti e protagonisti di venti anni di malgoverno
No alle politiche liberiste del governo Renzi e dell’Unione Europea

28-2-2015

La questura di Roma ha autorizzato il corteo della coalizione #Mai con Salvini che si svolgerà a Roma il 28 febbraio in contrapposizione alla adunata (in P. del Popolo) dei fascioleghisti di Salvini e di Casa Pound. Il corteo partirà da P. Vittorio (ore 14) e percorrerà S. M. Maggiore, V. Cavour, V. dei Fori Imperiali, P. Venezia, V. delle Botteghe Oscure, P. Argentina, C. Vittorio, fino a S.Andrea della Valle, con deflusso da Campo de’Fiori.

Contro la cattiva scuola di Renzi-Giannini

Per l'assunzione di tutti i precari
Per lo sblocco di contratti e scatti, contro i quiz invalsi
Presidio permanente a Montecitorio dal 23-27 Febbraio (Pomeridiano)

montecitorio

L’evento del Pd "La scuola cambia, cambia l'Italia", organizzato per festeggiare il primo anno del governo di Matteo Renzi, non ha fornito alcun elemento preciso né sull’immissione in ruolo dei precari né sui delicati passaggi del cambiamento di status normativo dei docenti, confermando però la volontà del governo di continuare a bloccare a tempo indefinito i contratti di docenti ed Ata e di eliminare gli scatti di anzianità, introducendo un sedicente “merito” misurato mediante la centralità dei grotteschi e diseducativi quiz Invalsi, che dovrebbero testare tale presunto “merito” dei docenti e delle scuole, ed essere sostenuti da fantomatiche figure gerarchiche (mentor, innovatori naturali ecc,…) di nessuna utilità didattica.

Dal 23 al 27 Febbraio Piazza Montecitorio

La Scuola della Precari-età

23-27 Febbraio Montecitorio

 

LA DICHIARAZIONE FINALE DELLO STRIKE MEETING 2

Strike Meeting, II atto

Alla conquista dell'organizzazione, verso il Social Strike europeo
Obiettivi principali del II atto dello Strike Meeting li abbiamo chiariti fin dall'inizio sono stati: il consolidamento e l'articolazione della coalizione sociale e l'estensione europea del processo dello Sciopero sociale. Dopo tre giornate assai ricche di confronto, non possiamo che ritenerci molto soddisfatti, la strada intrapresa è quella corretta.

Occupato dai COBAS il Comune di Venezia

Non sono i lavoratori/trici e i cittadini/e di Venezia a dover pagare il deficit del Comune, provocato da una casta politica incapace e corrotta
Il Governo Renzi ha deciso in modo irresponsabile di affondare la città di Venezia escludendo la possibilità di un intervento diretto del governo per ripianare il deficit del Comune.

Per una scuola pubblica laica,senza simboli religiosi

I Cobas della scuola e l’UAAR organizzano un presidio sotto il provveditorato di Terni il 13 febbraio (ore 10) in occasione del contraddittorio per il procedimento disciplinare aperto dall’Ufficio scolastico regionale dell’Umbria contro il prof. Franco Coppoli, a cui si contesta la rimozione del crocefisso dalle aule dell’istituto per geometri dove insegna.

Solidarietà ai Lavoratori dell'IIS “KEYNES” di Gazzada Schianno

ART. 4 STATUTO DEI LAVORATORI:È vietato l'uso di impianti audiovisivi e di altre apparecchiature per finalità di controllo a distanza dell'attività dei lavoratori".

Nella giornata di sabato 17 gennaio 2015 agenti della Digos di Varese sono entrati, armi alla mano, all'interno dell'istituto “KEYNES” di Gazzada Schianno alla ricerca di telecamere nascoste.

ASSEMBLEA NAZIONALE DEI COBAS - CONFEDERAZIONE DEI COMITATI DI BASE

Sabato 17 (inizio ore 9.30) e domenica 18 gennaio 2015 a Roma

Assemblea nazionale dei COBAS - Confederazione dei Comitati di Base

Sala Convegni Cobas - Viale Manzoni 55

COMMINATA LA SANZIONE AL PROF. ZOTTI PER AVER TOLTO IL CROCIFISSO DALLA SUA AULA E PER AVER RILASCIATO DICHIARAZIONI ALLA STAMPA

zotti

Nelle scuole del nostro Paese il crocifisso è un “arredo scolastico” intoccabile e chi lo mette in discussione viene sanzionato. Inutile appellarsi alla laicità dello Stato e della scuola pubblica, al fatto che quel crocifisso è il simbolo della Chiesa cattolica, imposto nelle aule scolastiche da due regi decreti in epoca fascista.

corteo 10 ottobre1

Circa il 30% delle classi bloccate dallo sciopero nazionale degli studenti e dei lavoratori/trici della scuola. Verso lo sciopero generale e sociale del 14 novembre

Renzi aveva chiesto un referendum sul suo Piano per la scuola, un Piano che farebbe trionfare la cattiva scuola-azienda, la pessima scuola-miseria, l’ignobile scuola-quiz. Ebbene lo ha avuto oggi e lo ha perso nettamente. Quasi centomila NO in più di 80 città gli sono stati recapitati da una marea di studenti, docenti ed Ata in piazza contro il suo Piano; e circa il 30% delle classi oggi non hanno svolto le regolari lezioni. Aspettiamo che ora Renzi ci mostri almeno altrettante decine di migliaia di “addetti ai lavori” che condividono la sua cattiva scuola.

Continua