Notizie

       

Presentazione Oltre il Capitalismo a Firenze e Roma

Oltre il Capitalismo

FIRENZE
Martedì 21 aprile ore 17.00
Sede Cobas- Via dei Pilastri 43r

ROMA
Mercoledì 22 aprile ore 17.00
ESC Atelier- Via dei Volsci

Dopo i Cobas anche gli altri sindacati convocano lo sciopero generale della scuola

Ma rinunciando agli studenti e alla manifestazione nazionale voluta da tutti/e!
Perché il 5 maggio e non il 12, richiesto a gran voce dal popolo della scuola pubblica?
Perché il NO alla manifestazione nazionale che può far cancellare l’ignobile Ddl Renzi?

cobas

Fin dal suo apparire, i COBAS hanno denunciato la gravità del Piano Renzi per la scuola che, con il ricatto dell’assunzione dei precari, assomma in un unico provvedimento tutto il peggio dei progetti di scuola-azienda e scuola-miseria avanzati da tutti i governi di centrodestra e centrosinistra degli ultimi venti anni, a partire dalla distruttiva “autonomia” di Berlinguer.

Seppure in ritardo, il Miur dà ragione ai Cobas sulle elezioni del CSPI

Si possono svolgere assemblee territoriali, le ore di assemblea sono aggiuntive rispetto alle 10 contrattuali, nelle scuole chiuse il 28 aprile si voterà nel primo giorno di riapertura e si conferma che gli "inidonei" sono docenti a tutti gli effetti e votano con gli insegnanti.

Il 12 maggio sia una giornata memorabile per battere la cattiva scuola del Ddl Renzi

Per un grande sciopero unitario dei lavoratori/trici della scuola e degli studenti, sostenuto da tutti i cittadini/e che vogliono difendere la scuola pubblica
L’Assemblea convocata sabato 11 aprile dall’Unione degli studenti e alla quale hanno partecipato numerose organizzazioni sindacali, strutture studentesche nazionali e territoriali

Contro la cattiva scuola del Ddl Renzi, la scuola dei presidi-padroni e la scuola-quiz, boicottiamo le prove Invalsi

Sciopero della scuola il 5 e 6 maggio Infanzia ed elementari e il 12 Medie e superiori

Il 12 maggio ore 10.00 a Roma manifestazione al MIUR

cobas

Renzi, il Grande Piazzista, sta cercando di vendere i suoi prodotti avariati anche al mondo della scuola. Come avevamo facilmente previsto, la sbandierata assunzione in massa dei precari è stata l’arma di ricatto per imporre la cattiva scuola del Ddl governativo.

Presentazione Oltre il Capitalismo in Sicilia

Oltre-il-Capitalismo

CATANIA
martedì 14 aprile ore 17.30
Libreria Catania Libri (p.za Verga)
con l’Autore presenteranno
il libro Nino De Cristofaro,
Salvatore Distefano,
Pippo Gurrieri
PALERMO
mercoledì 15 Aprile ore 17.30
Circ. Arci Malaussène (p.za Resuttano)
con l’Autore presenteranno il libro
Giovanni Di Benedetto,
Carmelo Lucchesi, Simone Oggionni

Sospeso per un mese Franco Coppoli per la sua battaglia in difesa di una scuola pubblica laica e senza simboli religiosi. No alla scuola parrocchia

Con un pesantissimo provvedimento da Nuova Inquisizione Domenico Peruzzo, dirigente dell’Ufficio Scolastico regionale dell’Umbria, ha sospeso per un mese dall’insegnamento e dallo stipendio il prof. Franco Coppoli per aver tolto i crocefissi dalle aule dell’Istituto per geometri Sangallo di Terni in cui insegna, confermando che in Italia è ancora vietato rivendicare la separazione tra Stato e chiesa e spazi educativi senza simboli religiosi.

La scuola del Grande Mentitore: Precari ingannati, presidi padroni, soldi alle private, studenti apprendisti

Contro la scuola-azienda dei capetti e la scuola-quiz dell’Invalsi
Per l’assunzione di tutti i precari
Sciopero generale il 5 e 6 Maggio (infanzia ed elementari)
E il 12 Maggio (medie e superiori)

precari

 

L’avevamo detto e scritto con largo anticipo: non fidatevi del Grande Mentitore, la sbandierata assunzione da settembre di 150 mila precari non solo è l’arma di ricatto di Renzi per imporre la sua cattiva scuola, ma verrà tradita ed utilizzata per sbattere fuori dalla scuola la maggioranza dei precari che vi lavorano da anni. 

Presentazione Oltre il Capitalismo in Campania

Oltre il Capitalismo

Martedì 17 marzo ore 16.00
Sala Intra Moenia, P.Bellini
Con l'Autore presenteranno il libro Alfonso Gianni e Alessandra Mecozzi-Napoli

Mercoledì 18 marzo ore 16.30
Sala Mumble Rumble, V.Loria
Con l'Autore presenteranno il libro Lucia Capriglione e Ivan Scarcelli-Salerno

 

corteo 10 ottobre1

Circa il 30% delle classi bloccate dallo sciopero nazionale degli studenti e dei lavoratori/trici della scuola. Verso lo sciopero generale e sociale del 14 novembre

Renzi aveva chiesto un referendum sul suo Piano per la scuola, un Piano che farebbe trionfare la cattiva scuola-azienda, la pessima scuola-miseria, l’ignobile scuola-quiz. Ebbene lo ha avuto oggi e lo ha perso nettamente. Quasi centomila NO in più di 80 città gli sono stati recapitati da una marea di studenti, docenti ed Ata in piazza contro il suo Piano; e circa il 30% delle classi oggi non hanno svolto le regolari lezioni. Aspettiamo che ora Renzi ci mostri almeno altrettante decine di migliaia di “addetti ai lavori” che condividono la sua cattiva scuola.

Continua