Notizie

       

I COBAS A FIANCO DI DAVIDE ZOTTI

Come Cobas sosteniamo pienamente il gesto del professor Davide Zotti e
condividiamo integralmente questa sua lettera, che facciamo nostra.

"Questa mattina sono entrato nella mia classe e ho tolto dal muro il
crocifisso. E ho poi spiegato ai miei studenti perché l’ho fatto.

TUTTE E TUTTI IN PIAZZA PER DIRE STOP TTIP

14 OTTOBRE 2014 A ROMA
PIAZZA MADONNA DI LORETO (P.Venezia)
ore 16.00 - 20.00

images

Martedì 14 ottobre, il viceministro all'Economia, Carlo Calenda, ha convocato a Palazzo Colonna, in piazza SS. Apostoli, un evento (a cui parteciperà a partire dalle 16 Renzi) rivolto ai businessmen e all'imprenditoria con i ministri al commercio UE e i negoziatori del TTIP, il trattato che vuole trasformare l'Europa e gli Usa in un paradiso delle multinazionali

Molte decine di migliaia di studenti, docenti ed Ata respingono in piazza il Piano Renzi con manifestazioni in più di 80 città.

corteo 10 ottobre1

Circa il 30% delle classi bloccate dallo sciopero nazionale degli studenti e dei lavoratori/trici della scuola. Verso lo sciopero generale e sociale del 14 novembre

Renzi aveva chiesto un referendum sul suo Piano per la scuola, un Piano che farebbe trionfare la cattiva scuola-azienda, la pessima scuola-miseria, l’ignobile scuola-quiz. Ebbene lo ha avuto oggi e lo ha perso nettamente. Quasi centomila NO in più di 80 città gli sono stati recapitati da una marea di studenti, docenti ed Ata in piazza contro il suo Piano; e circa il 30% delle classi oggi non hanno svolto le regolari lezioni. Aspettiamo che ora Renzi ci mostri almeno altrettante decine di migliaia di “addetti ai lavori” che condividono la sua cattiva scuola.

Le manifestazioni del 10 ottobre

cortei cobas

ROMA P. della Repubblica ore 9.30
TORINO P. Arbarello ore 9.00
GENOVA P. Caricamento ore 9.00
BRESCIA P. Duomo ore 9.30
PADOVA P. delle Erbe ore 9.00
VENEZIA Piazzale Roma ore 8.30
TRIESTE P. Goldoni ore 8.30
BOLOGNA V. dei Castagnoli ore 9.00
FIRENZE P. S. Marco ore 9.00
PISA V.Pascoli ore 9.00
LUCCA P. Santa Maria ore 9.00
PISTOIA P. S. Francesco ore 9.00
SIENA P. della Posta ore 9.30
GROSSETO P. del Duomo ore 9.00
CAGLIARI P. Garibaldi ore 9.00
PESCARA P. Sacro Cuore ore 9.00
NAPOLI P. del Gesù ore 9.00
TARANTO Arsenale ore 9.00
PALERMO P. Castelnuovo ore 9.00
CATANIA P. Roma ore 9.00
RAVENNA (da stabilire)
CASERTA Stazione Ferrovie ore 9.30

Il 18 e 19 ottobre a Napoli Assemblea Nazionale dei Cobas della Scuola

Cobas23

Il 18 e 19 ottobre si svolgerà a Napoli l'Assemblea nazionale dei Cobas della scuola.
La sede dell'Assemblea è l'ex-Asilo Filangieri, Vico Maffei 4 (traversa di V.S.Gregorio Armeno, nel centro storico "antico" di Napoli)

Il 10 ottobre sciopero della scuola contro il Piano Renzi

UbtXdU2x_medium

Diradiamo il fumo che copre la cattiva scuola del furbone Renzi

Il 10 ottobre sciopero generale della scuola contro il Piano Renzi, la scuola-azienda, la scuola-miseria e la scuola-quiz. Manifestazioni provinciali o regionali a Roma (P. della Repubblica, ore 9.30), Torino, Genova, Brescia, Padova, Venezia, Trieste, Bologna, Ravenna, Firenze, Pisa, Lucca, Pistoia, Grosseto, Pescara, Cagliari, Napoli, Taranto, Palermo, Catania.

Assumere sul serio tutti i/le precari/e che lavorano da anni nella scuola

Dietro il fumo di 136 pagine con linguaggio accattivante e con la promessa di stabilizzare finalmente da settembre 2015 i circa 150 mila precari delle GAE, il furbone Renzi e i suoi consiglieri ci hanno squadernato con il loro Piano tutto il peggio che in materia di scuola-azienda, scuola-miseria e scuola-quiz i governi degli ultimi 20 anni hanno cercato di imporre all’istruzione pubblica.

Report 30 settembre 2014 Convegno CESP “ La cattiva scuola” di Renzi

CESP_large

Sit-in al MIUR di docenti “idonei ad altri compiti”, precari (amministrativi, tecnici, sostegno), rappresentanti di Quota96 e dei Modelli Viventi, che sono stati ricevuti e attentamente ascoltati dai rappresentanti del ministero.

MOBILITAZIONE PERMANENTE DEI LAVORATORI DELLA SCUOLA

(Inidonei, Precari docenti e ATA,Quota96,Modelli viventi)

Per il terzo anno consecutivo i lavoratori della scuola iniziano l'anno in situazione di perenne insicurezza e precarietà.
Rimangono insoluti vari problemi lasciati colpevolmente irrisolti dal MIUR e dal Governo.
I docenti idonei ad altri compiti dopo una lunga lotta sono riusciti a bloccare il passaggio ai ruoli Ata, mantenendo la loro funzione docente e permettendo ai precari Ata di passare in ruolo sui posti che il Governo voleva destinare ai docenti inidonei.
Il governo vuole imporre la mobilità intercompartimentale, mentre noi chiediamo che sia facoltativa e che il personale venga destinato alle Biblioteche da aprire in tutte le scuole,da dotare come multimediateche ,che diventino il perno per la formazione del personale e la riqualificazione della scuola.

corteo 10 ottobre1

Circa il 30% delle classi bloccate dallo sciopero nazionale degli studenti e dei lavoratori/trici della scuola. Verso lo sciopero generale e sociale del 14 novembre

Renzi aveva chiesto un referendum sul suo Piano per la scuola, un Piano che farebbe trionfare la cattiva scuola-azienda, la pessima scuola-miseria, l’ignobile scuola-quiz. Ebbene lo ha avuto oggi e lo ha perso nettamente. Quasi centomila NO in più di 80 città gli sono stati recapitati da una marea di studenti, docenti ed Ata in piazza contro il suo Piano; e circa il 30% delle classi oggi non hanno svolto le regolari lezioni. Aspettiamo che ora Renzi ci mostri almeno altrettante decine di migliaia di “addetti ai lavori” che condividono la sua cattiva scuola.

Continua