È tempo di sciopero sociale contro le politiche di austerity! I movimenti preparano le mobilitazioni dell'autunno

immagine Strike meeting

Il 12, 13 e 14 settembre si svolgerà a Roma lo Strike meeting, tre giorni di condivisione, workshop e assemblee pubbliche per immaginare e costruire in comune uno sciopero sociale transnazionale dentro l'Europa. Giunti al sesto anno di crisi economica e sociale, le nostre vite sono caratterizzati da incertezza permanente, schiacciamento dei salari, precarizzazione di massa ed indebitamento generalizzato, distruzione sistematica del welfare, privatizzazione dei beni comuni e finanziarizzazione dei servizi. 

Le roboanti dichiarazioni di governo e media mainstream sul superamento della fase di austerità, ci consegnano in realtà un’accelerazione di provvedimenti che produrranno effetti devastanti: il completamento della riforma del mercato del lavoro (il cosiddetto JobsAct), il Piano Scuola Renzi-Giannini, la riforma della Pubblica Amministrazione e lo Sblocca Italia. Non c'è tempo da perdere, è tempo di sciopero sociale. Abbiamo bisogno di costruire una coalizione sociale che segni un’inversione di tendenza alla frammentazione e opponga alla precarizzazione permanente, alle forme di sotto-salario e di lavoro semigratuito, alla disoccupazione di massa,– istituzionalizzate dalle misure del governo Renzi e dai diktat della BCE – una piattaforma di lotta articolata e ricompositiva.

Lo Strike Meeting si propone di organizzare un processo partecipato e includente che abbia come primo approdo (nel corso dell'autunno) uno sciopero sociale, generale e generalizzato, contro le riforme del mercato del lavoro del governo Renzi.

Leggi l’appello, il programma completo, le schede sintetiche, le info logistiche su:

www.autistici.org/strikemeeting