Ancora nuove sentenze a favore degli ATA ex EE.LL.

Ancora nuove sentenze a favore degli ATA ex EE.LL

Il 26 Aprile del 2005 la Corte di Appello di Firenze ha respinto il ricorso in appello presentato dal Ministero dell’Istruzione contro la sentenza di primo grado del Giudice del Lavoro di Siena che aveva riconosciuto al personale ATA transitato dagli Enti locali allo Stato l’intera anzianità maturata ed ogni altro diritto negato a seguito del trasferimento.

Si tratta di una decisione in linea con le più recenti sentenze della Corte di Cassazione che sancisce anche in Toscana, contrariamente ad un primo orientamento negativo, il diritto alla conservazione dell’intera anzianità maturata alle dipendenze degli Enti locali da parte del Personale ATA trasferito allo Stato. I ricorsi, patrocinati dai Cobas Scuola e redatti dallo studio legale Associato Esposito – Ferretti - Guercio sono stati depositati tra i primi in Toscana nelle province di Livorno, Pisa, Lucca, Pistoia e Siena e si trovano tutti di fronte alla Corte di Appello di Firenze.

A questo punto è quasi certa la vittoria in secondo rado per tutti i ricorrenti e le ricorrenti assistite dai Cobas Scuola e, salvo brusche inversioni di tendenze, anche in cassazione. Questo significa, per i lavoratori, la restituzione delle differenze retributive tra quanto avrebbero percepito con l’intera anzianità maturata e quanto effettivamente percepito a seguito dell’assenza di regolamentazione prima e dell’accordo di luglio 2000 poi, somma di denaro di una certa consistenza che al termine dei gradi di giudizio dovrà essere corrisposta dal Ministero a tutti coloro che hano presentato i ricorsi.

Altri ricorsi sono stati proposti nelle stesse province ed altri si stanno proponendo anche grazie all’entusiasmo con il quale tali decisioni sono state accolte.