UN’ALTRA VASTO E’ POSSIBILE !

MANIFESTAZIONE il 31 MARZO ORE 11

La prevista costruzione di una centrale “a biomasse” a Vasto da 17. MW , a ridosso di una località di pregevolissimo valore ambientale, nel mezzo di attività  di piccola imprenditoria, sono uno schiaffo non solo per  gli abitanti della cittadina  adriatica.

La centrale  costituisce un classico esempio di investimento puramente speculativo, che  genera deserto economico attorno a se e brucia  la possibilità di occupazione alternativa ad un modello di sviluppo ,basato sul  consumo energetico , sulla distruzione ambientale , sull’annientamento delle potenzialità turistico- ambientali  di una delle zone più belle del medio adriatico. 

Siamo in presenza di una vecchia logica  di rapina, del come  si creano  diseconomie e sottosviluppo per molti , allo stesso tempo in cui si realizza la ricchezza esclusiva per qualche imprenditore senza scrupoli socio-ambientali.

Queste sono le ragioni dell’invito a condividere l’appello rivolto alle realtà schierate contro le centrali inquinanti , per la tutela ambientale e dei beni comuni a Vasto, in Abruzzo, nel resto d’Italia e , ad organizzare una protesta pacifica e di massa ,

   MANIFESTANDO IL GIORNO 31 MARZO  A VASTO.

Vasto e la sua riserva  di Punta Aderci sono un patrimonio ambientale e naturalistico non solo per i vastesi ma per l’intera cittadinanza italiana, un bene  da preservare ,valorizzare  e godere. 

Facciamo della giornata di lotta del 31 marzo, del progetto di alternativa socio-ambientale , una giornata di Festa, la Festa della Primavera Vastese.

Primi firmatari  : Confederazione Cobas , Coordinamento Vastese contro le centrali a biomasse, Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua, Epicentro solidale , ...............................